899: l’Authority ci riprova

La ‘vicenda infinita’ continua. Un nuovo provvedimento Agcom sul blocco dei numeri a sovrapprezzo sposta la scadenza del ‘blocco automatico’ delle chiamate al 1° ottobre. Per convincere il Tar, si avvierà una campagna di informazione per gli utenti.

Come spiega la società milanese Consultmedia - Planet, «il Consiglio dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha approvato un nuovo provvedimento di blocco automatico delle chiamate verso i servizi a sovrapprezzo, al fine di stroncare il fenomeno dell'addebito di traffico truffaldino nelle bollette telefoniche.

Il provvedimento si è reso necessario a seguito della recente ordinanza del TAR del Lazio che ha sospeso il precedente sbarramento che era fissato per il prossimo 01/07/2008.

La nuova data di attivazione automatica del blocco è stabilita al 01/10/2008.

L'Autorità ha inoltre deciso, in linea con la pronuncia del TAR, una capillare e tempestiva campagna informativa (spot televisivi, annunci sulla stampa e sui siti web, comunicazioni in bolletta, opuscoli, ecc.) che sarà realizzata non solo dagli operatori, ma

anche direttamente da Agcom insieme alle Associazioni dei consumatori, con le quali è stato definito un apposito protocollo d'intesa.

Resta ferma la possibilità per gli utenti di anticipare sin d'ora il blocco, chiedendolo espressamente al proprio operatore di telefonia fissa».

Soddisfatta Adiconsum, che, pur non essendo contraria in assoluto a queste numerazioni, "che in molti casi rappresentano una comodità per l'utenza", reputa "giusto ripristinare il blocco automatico pur con il rinvio al 1° di ottobre".

Pubblica i tuoi commenti