Al gruppo Gedi il 10% di Radio Italia

Il 10% di Radio Italia è stato ceduto dal ‘patron’ Mario Volanti (nella foto) al gruppo editoriale Gedi - quello di ‘Repubblica’ e ‘La Stampa’, nato dalla fusione tra Gruppo Espresso e Itedi - a cui nel settore radiofonico fanno già capo Radio Deejay, Radio Capital e M2o e in quello pubblicitario la Manzoni.

Come noto, Radio Italia ha scelto proprio Manzoni quando ha dovuto abbandonare, alcuni mesi fa, per disposizione dell’Antitrust, l’alleanza pubblicitaria con il ‘gruppo Mediaset’ (la stessa sorte, fra poco, toccherà a Radio Kiss Kiss); ora la nuova situazione (peraltro non inedita nella lunga storia di Radio Italia) si consolida con un’alleanza societaria vera e propria, anche se la quota acquisita da Gedi è di netta minoranza.

 

Radio Italia è una delle prime 5 Radio italiane, con quasi 4,4 milioni di ascoltatori nel Giorno Medio (vedremo peraltro fra poco i risultati dei nuovi rilevamenti d’ascolto). Ha un format basato sulla musica italiana, è titolare del canale televisivo Radio Italia Tv e organizza importanti eventi, quali concerti (come quello, celeberrimo, di Milano, quest’anno raddoppiato con Palermo) e tour musicali. Ha un pubblico composto principalmente da donne (60%) ed è molto attiva sui social networks. “La sua proposta editoriale e il suo profilo di pubblico - assicura Gedi - sono fortemente complementari a quelli delle emittenti del gruppo”.

Con questa operazione Gedi e Radio Italia consolidano una partnership strategica, già avviata appunto con la concessione della raccolta pubblicitaria a Manzoni, ampliandola con una collaborazione industriale che prevede lo sviluppo di sinergie nell’ambito dell’ottimizzazione delle reti di trasmissione, delle iniziative di co-marketing con le testate Gedi, anche riferite agli eventi, e di progetti speciali congiunti.

Pubblica i tuoi commenti