Al via “Watchdog 2011”

Riparte il monitoraggio annuale sulla rete “dal basso” dell’osservatorio Altratv.tv, quest’anno in collaborazione con AgoraVox. Un identikit dei media di denuncia in rete.

La rete che denuncia, che si indigna e che “si conta”. Riparte per il terzo anno consecutivo il monitoraggio “Watchdog”, questionario online che vede coinvolti tutti i media della rete che si occupano di denunciare ciò che non va in ogni angolo d'Italia e spesso in contesti internazionali. “Watchdog” è un termine che nel giornalismo anglosassone coinvolge le realtà mass mediali “cani da guardia” dei potenti.

Dal 2 aprile e fino al 15 maggio 2011 tutte le micro web tv, le web radio, i blog e videoblog, i media iperlocali e quelli universitari e di ricerca sono invitati a compilare il questionario online per inquadrare il fenomeno del giornalismo di denuncia sul web. Il questionario è disponibile online su www.altratv.tv, www.femitv.tv, www.agoravox.it.
Il monitoraggio è proposto dai ricercatori dell'osservatorio inter-universitario Altratv.tv, network delle micro web tv e dei micro media iperlocali italiani.

Dal 2004 Altratv.tv monitora il fenomeno del micro-citizen journalism in Italia. Quest'anno la ricerca “Watchdog” è realizzata in collaborazione con il portale di citizen journalism AgoraVox, realtà d'eccellenza del giornalismo partecipativo nata in Francia e dal 2006 diffusa anche nel nostro Paese con una versione in lingua italiana.

I risultati verranno esposti nel corso della diretta “Academy”, prevista lunedì 23 maggio sul web “a rete unificata”. La diretta traccerà uno scenario sui media della rete di denuncia e cadrà in occasione del diciannovesimo anniversario della strage di Capaci, in cui morirono il giudice Falcone, sua moglie e cinque componenti della scorta. Simbolicamente la diretta sui “watchdog” vuole raccontare come la rete rappresenti una sentinella rispetto alle mafie che attanagliano l'Italia.

Pubblica i tuoi commenti