Allarme rosso per le società di produzione

Il 1° luglio sono entrate in vigore nuove norme sullo split payment che rischiano di penalizzare la produzione Tv, anzi, secondo il presidente dell’Apt Giancarlo Leone, “rischiano di strozzare l’industria dell’audiovisivo italiana”. La recente ‘manovrina’ ha infatti esteso “ad altri soggetti collegati con la pubblica amministrazione” e alle società quotate “gli obblighi dello split payment”. Anche Rai e Mediaset dovranno pertanto trattenere l’Iva e versarla direttamente allo Stato. Per questo i produttori “attualmente nelle condizioni di poter utilizzare il tax credit maturato per la realizzazione di opere audiovisive al fine di compensare i debiti Iva conseguiti all’emissione di fatture per contratti di produzione sottoscritti con la Rai” si troveranno a non poterne disporre pienamente. “La speranza - specifica Leone - è che il Governo intervenga in maniera appropriata nel decreto applicativo”.

Pubblica i tuoi commenti