Ambiente Digitale presenta Media in Italy

Nato su iniziativa dell’associazione promossa dalla Fondazione Ugo Bordoni, Media in Italy è il primo sistema di tutela e sviluppo degli Intellectual Property Rights nel mercato italiano dei media digitali.

Ambiente Digitale, l'associazione che riunisce gli operatori del sistema italiano della televisione digitale, ha presentato, presso la sede della Fondazione Ugo Bordoni, Media in Italy, il primo osservatorio sulla proprietà intellettuale nel mercato italiano della televisione digitale.

L'iniziativa prevede la ricognizione - sotto forma di censimento - dello stato attuale della proprietà intellettuale nel mercato italiano dei media digitali, come punto di partenza per dar vita ad un "sistema" di tutela e di sviluppo degli IPRs (intellectual property rights). Media in Italy intende infatti promuovere una politica di protezione degli associati tramite la condivisione di una linea comune di disclosure e di licensing, anche al fine di evitare blocchi del mercato dovuti a brevetti e diritti reclamati da operatori del settore. Ciò consentirà infine alle aziende di comprendere le potenzialità finanziarie del proprio portafoglio di intellectual property rights.

Obiettivi del progetto Media in Italy sono quindi:

- promuovere nelle aziende aderenti all'associazione Ambiente Digitale la cultura della tutela e dello sviluppo degli IPRs (intellectual property rights);

- fare emergere e censire il patrimonio italiano - parzialmente sommerso - di IPRs in materia di media digitali;

- promuovere la condivisione degli IPRs attraverso gli strumenti più adeguati alle esigenze delle aziende, senza provocare dispersione di know-how e mantenendo salvi gli interessi proprietari;

- presentare e divulgare i risultati del proprio operato per incentivare il mercato a perseguire gli obiettivi indicati.

"Media in Italy - ha dichiarato Guido Salerno, direttore generale della Fondazione Ugo Bordoni - nasce dall'esigenza di creare un sistema di tutela e sviluppo, anche economico-finanziario, della proprietà intellettuale, al fine di favorire le imprese del settore e di contribuire quindi a rafforzare l'intera filiera nazionale della tv digitale, obiettivo strategico della Fondazione Bordoni".

Le attività di Media in Italy sono condotte da Ambiente digitale, l'associazione presieduta da Salvo Mizzi, in collaborazione con ICM Advisors, società internazionale indipendente di consulenza e ricerca finanziaria, presieduta da Pier Angelo Biga e specializzata nella valutazione, nel management e nel finanziamento degli asset intangibili e della Proprietà Intellettuale.

Pubblica i tuoi commenti