Ancora lutti nel mondo della Tv

È morto a Como nei giorni scorsi Felice Bernasconi, impegnato in passato in Espansione Tv e Antenna Tre. A Blustar Tv di Taranto è morto alcuni giorni fa per un malaugurato incidente il noto conduttore Lello Orzella.

Imprenditore di successo, presidente della Confcommercio di Como, fondatore di Espansione Tv con Maurizio Giunco ed ex socio (con lo stesso Giunco) di Antenna 3 Lombardia, Felice Bernasconi era stato anche un politico di spessore ed ex sindaco della città per due anni (negli anni '90). La scomparsa è avvenuta qualche giorno fa all'età di 81 anni.

Lascia la moglie Adriana e 5 figli, Andrea, Roberta, Carla, Pietro e Alessandro (almeno gli ultimi due ci risultano tuttora al fianco di Giunco nelle sue attività televisive) e tanti adorati nipoti.

Classe 1927, nominato Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica, massima onorificenza nazionale, Felice Bernasconi aveva lasciato solo nel 2005 la guida dell'Unione Provinciale Commercio Turismo e Servizi di Como.

A Taranto invece nelle scorse settimane (la notizia ci è pervenuta solo oggi) è scomparso il giornalista e conduttore televisivo Lello Orzella, di 49 anni, direttore commerciale dell'emittente televisiva interprovinciale BS Television. Era rovinosamente caduto dalle scale in uno stabile di via Dalmazia, dove si era recato per festeggiare il compleanno di un nipote. Orzella aveva perso l'equilibrio in seguito a un malore, probabilmente un aneurisma, ma sono state le serie conseguenze della caduta a farlo entrare in stato di coma.

L'anchorman, conduttore da 12 anni della trasmissione politica "Polifemo", era stato sottoposto per 5 ore a un intervento chirurgico ma non è riuscito a salvarsi.

Orzella lascia la moglie Marta e i figli Nicolas e Selenia (quest'ultima selezionata dalla regista Lina Wertmuller per una parte nel film "Mannaggia alla miseria").

Pubblica i tuoi commenti