Millecanali

Assegnati i Diversity Media Awards

Proclamati a Milano i vincitori della Seconda edizione dei Diversity Media Awards in una serata, presentata fra gli altri da Fabio Canino, che ha visto riunite tante persone a testimoniare l’impegno a favore della tutela dei diritti. A vincere, fra gli altri, J-AX come personaggio dell’anno, Lodovica Comello come influencer dell’anno, Un medico in famiglia come miglior serie italiana e Modern Family come miglior serie straniera.

Diversity è un’associazione fondata nel 2013 e presieduta da Francesca Vecchioni, impegnata a sradicare dalla società italiana i pregiudizi e le discriminazioni. L’evento serata della Premiazione, tenutasi a Milano il 30 maggio, che verrà trasmesso su Real Time (Discovery Italia) mercoledì 7 giugno, alle ore 21.10, è stato ideato da Diversity e realizzato da YAM112003, che cura la produzione dell’evento, dello show e dello speciale televisivo. I Diversity Media Awards hanno premiato media (tv, radio, web, cinema, pubblicità, stampa, tg) e personaggi che nel 2016 hanno contribuito a una rappresentazione valorizzante delle persone e delle tematiche LGBTI. Numerosissimi gli ospiti presenti alla serata di gala: il sindaco Giuseppe Sala, Lino Banfi, Ermal Meta, Paola Turci, , Javier Zanetti, Malika Ayane, Roberto Vecchioni, Gino Strada, Ilaria Dallatana, Ilenia Lazzarin, Paolo Sassanelli, Debora Villa, Ivan Cotroneo, Syria, Pierpaolo Peroni, Luca Bottura, La Pina, Oscar Farinetti, Michelangelo Tommaso, Daniele Gattano, Antonio Ornano, Drusilla Foer, Carla Gozzi, Giacomo Mazzariol, Julian Hargreaves.

Ecco i vincitori: Miglior Film Perfetti sconosciuti; Miglior Serie TV Italiana Un medico in famiglia; Miglior Serie TV Straniera Modern Family; Miglior Programma TV Stato Civile; Miglior Programma Radio Il ruggito del coniglio; Miglior Pubblicità Smemoranda. Lodovica Comello vince il premio di Influencer dell’anno, mentre J-Ax è il Personaggio dell’anno. Tra le motivazioni, riportiamo quella per il miglior film, che vince “per l’intelligenza con cui ha raccontato paure e pregiudizi dell’Italia di oggi, riuscendo a far vivere, e comprendere, l’effetto che essi possono avere sulla pelle di tutte e tutti noi” e per la migliore serie Tv italiana, premiata “per aver spiegato, in prima serata, che per combattere bullismo e omofobia è importante mettersi in ascolto, usare le parole giuste e stare al fianco di figli, nipoti o amici che decidono di essere se stessi e di amare chi desiderano”.

Fabio Canino e Francesca Vecchioni (Foto Credit Alice Redaelli)

I Diversity Media Awards 2017 hanno ottenuto il convinto sostegno di un gran numero di istituzioni, aziende e partner: il patrocinio della Commissione Europea, dell’Ambasciata del Canada e del Comune di Milano, le partnership con American Express, Lierac, Diesel, Condé Nast, Discovery Italia, Eataly, Google, eBay, Dexter, Assocom, FICO (Fabbrica Italiana Contadina) e Alice Ristorante, la collaborazione con l’Osservatorio di Pavia, con l’Osservatorio LGBT e con GLAAD, celebre associazione no-profit in prima fila dal 1985 negli USA per i diritti LGBTI. Conferma il supporto YAM112003, con la produzione dell’evento live e tv.  Il ricavato della charity dinner, a cura di Eataly, di Piaceri d’Italia e della chef stellata Viviana Varese di Alice, così come quello dell’asta benefica, sosterrà l’associazione Diversity, i progetti e il lavoro di ricerca (Diversity Media Report) per l’anno 2017. Prossimo appuntamento è in autunno, con i Diversity Brand Awards, premio destinato ai marchi percepiti da clienti e consumatori come i più inclusivi; Diversity svolge infatti tutto l’anno nelle aziende interventi per il superamento di ogni discriminazione.