‘Baila’: Canale 5 ce la fa

Nonostante la sentenza sfavorevole per il programma della D’Urso, che somiglierebbe troppo a quello della Carlucci, alla fine la trasmissione di Canale 5, magari un po’ raffazzonata, è andata in onda: e il pubblico l’ha anche guardata…

Prima le liti a distanza, sui giornali, con botta e risposta tra Milly Carlucci e Barbara D'Urso. Poi la decisione del giudice, ieri mattina, che ha stoppato il programma e ancora la difesa, in diretta, della conduttrice di Mediaset con tanto di lettura integrale del comunicato stampa dell'azienda durante 'Pomeriggio Cinque', con tanto di “buu” del pubblico contro la decisione del Tribunale civile di Roma di sospendere la trasmissione “Baila!” a poche ore dalla messa in onda. Una giornatina 'non ordinaria' quella di ieri a Mediaset, conclusa comunque con la messa in onda del programma stesso, accusato di aver 'copiato' la formula di 'Ballando con le stelle' di Milly Carlucci su RaiUno.

Infatti il giudice Gabriella Muscolo del Tribunale Civile di Roma aveva inibito a RTI Reti Televisive Italiane s.p.a., Endemol Italia S.p.A., Roberto Cenci e tutte le parti resistenti, la messa in onda di 'Baila!", come richiesto dalla Carlucci e dalla Bibi Ballandi Entertaiment, che vi avevano ravvisato una copiatura di “Ballando con le stelle”, basato in realtà su un format originale della BBC.
“Baila!”, con la conduzione di Barbara D'Urso, figura invece come un riadattamento del messicano “Bailando por un suegno”.

Nel comunicato in risposta alla deposizione della sentenza del Tribunale civile di Roma il gruppo di Berlusconi ha però dichiarato: “Anche se Mediaset resta convinta che il suo programma sia assolutamente unico e originale, 'Baila!' osserverà scrupolosamente tutte le inibizioni elencate nel provvedimento del Tribunale Civile di Roma, confidando (peraltro) nella sua celere riforma”.
In sostanza, è stato cambiato qualcosa in corsa, in poche ore, in ossequio alla sentenza, pur di non chiudere la produzione e di rispettare comunque la prevista messa in onda.
Secondo il giudice, invece, “Ballando è caratterizzata da una creatività sufficiente a differenziarla da altre gare di ballo, creatività i cui caratteri di individualità sono principalmente l'accoppiamento di persone non note con personaggi noti, la selezione e l'eliminazione con la combinazione di una giuria del voto popolare e l'aggiudicazione di un premio".

Elementi che, secondo il Tribunale, "sono presenti anche nella concorrente trasmissione Baila" che, rispetto a 'Ballando', non possiede caratteristiche di differenza tali da poterle attribuire "un gradiente creativo autonomo e diverso".
E già Cenci era stato accusato nel recente passato di aver riproposto la formula dei 'bambini canterini' trasportandola direttamente dalla 'Baila' è comunque andato in onda ma sembrava rivisto alla meglio, anzi raffazzonato. Il meccanismo della gara non era di facile comprensione. Tolti il vip con il maestro di ballo in gara, gareggiavano una squadra composta da una coppia di vip e una di persone comuni con la passione del ballo. In palio un sogno da realizzare per i non famosi.
Ma il tentativo non sembra riuscito. Il programma di Canale 5 è un misto confuso di idee: ci sono i vip e la giuria come in 'Ballando con le stelle', i parenti in studio come ad 'Amici' e il sogno da realizzare come in un vecchio programma Rai con Raffaella Carrà. Quanto alle scenografie, 'Baila' non è certo la 'collaudata macchina' di Bibi Ballandi.

Alla fine gli ascolti, forse anche per la curiosità, forse per il 'trino' di 'Striscia' o per altri motivi, ci sono però stati. Ecco il soddisfatto comunicato di Mediaset in merito:

«Ieri, lunedì 26 settembre 2011, le Reti Mediaset si aggiudicano la prima serata, la seconda serata e le 24 ore sul pubblico totale…

Anche Canale 5 risulta rete leader in prima, seconda serata e 24 ore sul pubblico totale rispettivamente, con 5.784.000 telespettatori e il 21.10% di share sul target commerciale, 1.916.000 telespettatori e il 16.54% di share sul target commerciale e 1.945.000 spettatori e il 20.42% di share sul target commerciale.
Il Tg5 delle ore 13.00 è il più seguito sul pubblico totale con 3.336.000 telespettatori totali (20.38% di share sul target commerciale). L'edizione delle ore 20.00 è al vertice dell'informazione sul pubblico attivo con il 24.44% di share (5.341.000 telespettatori totali).
Da segnalare in particolare:
su Canale 5, debutto boom per la 24esima edizione di "Striscia la notizia", programma più visto della giornata con 7.274.000 spettatori totali e il 28.85% di share sul pubblico attivo. A seguire, ottimo esordio per "Baila!", che con il 17.62% di share sul target commerciale e 4.013.000 telespettatori totali, è il programma più visto della prima serata. Il programma condotto da Barbara d'Urso si conferma leader anche nel periodo di sovrapposizione con la fiction di RaiUno, tra le ore 21.20 e 23.15, ha ottenuto 4.647.000 telespettatori totali, 18.01% di share (Raiuno- 4.121.00 telespettatori totali, 16% di share). "Baila!", regia e direzione artistica di Roberto Cenci, ha toccato picchi di oltre il 26% di share e 6 milioni di telespettatori sul target commerciale (688.000 telespettatori totali)».

Pubblica i tuoi commenti