Bbc: dimissioni a catena

Alla fine dopo il clamoroso caso di ‘pedofilia postuma’ che ha travolto molti dirigenti e giornalisti Bbc, è caduta, sia pure per un’altra vicenda poco edificante, la stessa testa del direttore generale George Entwistle. Per la Bbc è l’ora di una crisi ‘epocale’.

Il caso Savile continua a mietere “vittime “ all'interno della Bbc con dimissioni eccellenti. Pochi giorni fa si sono dimessi altri due dirigenti per il duplice scandalo pedofilia che ha investito nelle ultime settimane l'emittente britannica ed altri potrebbero seguire. La direttrice di Bbc News, Helen Boaden, e il suo vice, Stephen Mitchell, hanno lasciato le loro funzioni in attesa della conclusione dell'indagine interna sulla gestione del caso di Jimmy Savile, l'ex star della Tv accusata, in via postuma, di aver abusato di 300 minori nell'arco di 40 anni.
Boaden e Mitchell facevano parte della catena di comando quando una loro trasmissione di inchieste giornalistiche, 'Newsnight', aveva deciso di non mandare in onda, alla fine del 2011, un reportage sugli abusi commessi da Savile. Boaden e Mitchell potrebbero “ritornare al loro posto alla fine dell'inchiesta interna, ma altri potrebbero incorrere in sanzioni disciplinari” - ha precisato la stessa Bbc.

Legate ad un altro presunto caso di pedofilia, seppur non direttamente a Savile, ma non per questo meno eclatanti, sono state poi le dimissioni del direttore generale George Entwistle.
Entwistle, direttore generale della BBC da pochissimi mesi, si è dimesso, scusandosi pubblicamente, per un'inchiesta del già citato programma 'Newsnight' su un caso di abuso su minori in cui era stato coinvolto, erroneamente, l'ex tesoriere del partito conservatore Alistair McAlpine, ammettendo di non essere a conoscenza di quanto era stato messo in onda. Entwistle in un comunicato ufficiale di scuse ha descritto quella puntata di 'Newsnight' come «inaccettabile». Nel programma era stata trasmessa un'intervista di una delle persone vittime di abusi sessuali in un orfanotrofio nel Galles del Nord negli anni Settanta e Ottanta dalla quale emergeva un'accusa pesante nei confronti del citato politico di alto livello del partito conservatore. Subito erano iniziate a circolare su internet varie ipotesi sull'identità del politico che Messham, la vittima degli abusi, aveva inizialmente identificato in Alistair McAlpine, per poi dire di essersi sbagliato. L'ex tesoriere del partito conservatore ha negato pubblicamente ogni accusa e ha avviato un'azione legale contro la BBC per diffamazione.

Intanto a sostituire provvisoriamente Entwistle è stato chiamato Tim Davie, responsabile di Bbc Worldwide.

Pubblica i tuoi commenti