Chiambretti resterà in prima serata?

Un 'dilemma' per Italia 1 –

Ospite di ‘Tv Talk’ sabato scorso il direttore di Italia 1 Tiraboschi ha fatto capire che la presenza di Chiambretti in prima serata la domenica potrebbe non durare, dipende dall’audience. Ma non sono solo gli ascolti a preoccupare: anche il programma ‘non lievita’…

La muzika sta cambiando ma se la sinfonia si allunga troppo, allora il pubblico si annoia. È un po' quello che sta succedendo al nuovo programma di Piero Chiambretti su Italia 1: Mediaset lo ha mandato in prima serata con il suo spettacolo 'Chiambretti Sunday Show - La muzika sta cambiando'. Rispetto alla prima puntata gli ascolti sono un po' saliti (lo show ha fatto il 5,5% di share il 22 gennaio e il 28 ha raccolto invece il 6,25% di share) e inoltre, stando a quanto hanno detto alcuni critici, nella prima puntata il conduttore era un po' bloccato, forse emozionato. Ma bisogna vedere se alla rete basterà questa lieve risalita per mantenere il programma in palinsesto.

È comunque un programma dal ritmo più lento rispetto a quelli a cui ci ha abituati Chiambretti, come dimostra quella lunga intervista alla bella Bar Refaeli di domenica scorsa. Bella, appunto, e simpatica, che sta allo scherzo, ma questo non giustifica la lunghezza dell'intervista inframmezzata da immagini, interventi e siparietti che poco c'entravano con l'argomento. Probabilmente la necessità di occupare quella fascia di oltre due ore e mezza del prime time ha costretto gli autori ad allungare il brodo, ma il risultato non è stato dei migliori. Alla lunga l'intervista annoiava.

C'è stato poi il siparietto delle “false” ucraine di Femen, che hanno scoperto il seno, ma il “mistero” è stato svelato dallo stesso TgCom. Alla registrazione del “Chiambretti Sunday Show” avrebbero dovuto partecipare tre ragazze ucraine di Femen. All'ultimo è giunta alla redazione la notizia della loro defezione per poi scoprire che erano state arrestate mentre, in topless, manifestavano a Davos, in Sivizzera, cercando di entrare all'interno del forum che prende il nome dalla città che ospita il “World Economic Forum”.

Alla puntata hanno quindi partecipato altre ragazze simpatizzanti del movimento (ed infatti ci si chiedeva come mai parlassero italiano e avessero meno grinta delle “colleghe” dell'Est) che hanno deciso di spogliarsi e protestare con un Chiambretti solo apparentemente imbarazzato in un fuori programma che sembrava previsto, con tanto di anticipazione nel Tg della rete Mediaset.

Lo spazio dedicato alla tribuna politica ha ospitato Mario Borghezio, che si è sottoposto alle domande del pubblico in studio, tra leghisti della prima ora delusi, le provocazioni di Costantino Della Gheradesca e Gianni Biondillo, stranieri contestatori e accuse in un'ironica ricostruzione delle solite piazze televisive.

Complessivamente, però, una serata Tv decisamente non di quelle memorabili.

Pubblica i tuoi commenti