Conna: i nuovi fondi dal canone a Radio e Tv locali

 

Ecco il comunicato del Conna in merito:

 

“La decisione di aggiungere alle fatture di fornitura di energia elettrica l'anacronistica e ingiustificabile tassa sul possesso dei ricevitori televisivi che ricorda la ridicola tassa sul possesso dei pianoforti abolita in tempi ormai lontani, produrrà un aumento del gettito rispetto alle disposizioni che per decenni hanno costituito motivo di scontri e discussioni.

Il Coordinamento Nazionale Nuove Antenne (Conna), la più antica associazione nata nel 1976 in difesa di radio e televisioni locali, nel tempo, ha più volte affrontato l'argomento ‘canone’, proponendo un suo uso esteso all'emittenza locale.

Oggi, con maggior forza, riteniamo che le cospicue eccedenze dell'iniqua tassa rispetto a quanto viene a tutt'ora introitato invece di finire nel pozzo senza fondo statale, vengano devolute a Radio e Televisioni locali in gravissime difficoltà economiche, privilegiando quelle imprese che svolgono informazione capillare sul territorio”.

Pubblica i tuoi commenti