Continuano i controlli della Finanza presso le radio

Non si arresta l’ondata di controlli da parte della Guardia di Finanza in tema di rispetto da parte delle emittenti radiofoniche delle norme sui diritti d’autore.

Nuovi controlli sembrano essere in corso in questi giorni presso le sedi di emittenti radiofoniche del Sud Italia (in particolare, a quanto pare, in Basilicata e Puglia) da parte di nuclei della Guardia di Finanza; il loro compito è quello di appurare la regolarità della situazione delle varie stazioni in tema di diritti d'autore e diritti ad essi connessi.

Ultimamente tali controlli si sono intensificati (nei mesi scorsi nel mirino è stato anche e soprattutto il Nord Italia), non solo su richiesta della Siae, ma anche delle associazioni dei fonografici, che malauguratamente, sono anche diverse e vantano ciascuna il pagamento di diritti dalle emittenti. Il problema è dunque assai complesso e si è ulteriormente ingarbugliato (almeno per ciò che riguarda i fonografici) dopo la scadenza o l'annullamento di precedenti accordi raggiunti dalla Scf con le associazioni delle emittenti.

Per queste ultime resta ora la spiacevole situazione di operare in una sostanziale mancanza di certezze e con la concreta possibilità di non esattamente gradite visite della Finanza, cui possono seguire multe e sequestri di Cd e file musicali.

Pubblica i tuoi commenti