Contrordine: alla 7 cambia tutto

Situazione un po’ surreale alla 7, la tv del gruppo Seat-Telecom che proprio in questi giorni doveva partire con il tanto annunciato palinsesto definitivo, dopo le sperimentazioni estive.

Proprio alla vigilia del via al programma di Fabio Fazio, quella "seconda serata" che costituiva un po' il fiore all'occhiello della rete e la principale arma per tentare l'affermazione sull'affollato mercato televisivo, basato peraltro da tanti anni sul famoso duopolio Rai-Mediaset, ecco un'improvvisa svolta.

Mentre Lorenzo Pellicioli, infatti, che era un po' il "papà" della 7, lasciava definitivamente la Seat dimettendosi dalla carica di presidente, si veniva a sapere che il futuro della 7 è proprio quello di diventare una rete "all news", come era stato ipotizzato da un articolo di "Panorama", che però prefigurava anche una nuova proprietà (Paolo Panerai).

Per ora di questo non si parla, ma l'improvviso nuovo orientamento del gruppo Seat-Telecom (passato di recente da Colaninno a Tronchetti Provera) costituisce una clamorosa novità che annulla molti mesi di lavoro di Ernesto Mauri, Roberto Giovalli e dello stesso Fabio Fazio, cancella prima ancora di provarci l'ambizione di tentare l'impervia strada del "terzo polo Tv" e soprattutto costerà in termini finanziari per via dei molti contratti (proprio quello, molto oneroso, a quanto pare, di Fazio in prima battuta) già siglati.

Non si sa onestamente, al momento, se Fazio partirà mai con il suo programma da Milano, mentre il direttore del Tg Gad Lerner prende tempo per esaminare la nuova situazione.

Nei giorni scorsi era già emerso un sintomo di novità alla 7, con il blocco del previsto acquisto di un pacchetto di partite di calcio di Coppa Italia dalla Rai.

La svolta, dopo il cambio al vertice di Telecom e la clamorosa caduta in Borsa della Seat e poi di tutto il gruppo, era nell'aria ma sta avvenendo in modo rapidissimo e molto confuso.

Oltretutto è coinvolta pienamente al momento anche MTv, legata alla seconda rete di Seat, la ex Tmc2.

Pubblica i tuoi commenti