Countdown di Capodanno anticipato di 40 secondi, licenziato Azzalini

La Rai ha licenziato Antonio Azzalini, il dirigente di Rai1 responsabile del programma “L’anno che verrà”, andato in onda da Matera a Capodanno.
In occasione dei festeggiamenti di Capodanno su RaiUno il countdown alla fine del 2015 era stato anticipato di 40 secondi, decisione presa da Azzalini senza avvertire i suoi superiori e tantomeno il direttore della Prima Rete, Giancarlo Leone. Dopo l’episodio, la Rai aveva immediatamente avviato un’indagine interna “per valutare eventuali responsabilità per quanto avvenuto e per il conseguente danno di immagine causato al servizio pubblico radio-televisivo”.

“Dai risultati dell’indagine interna condotta dal direttore del Personale Valerio Fiorespino è emerso che l’anticipo è stato autonomamente deciso dal capostruttura di Raiuno Antonio Azzalini, responsabile editoriale del programma, presente in loco a Matera, a carico del quale è stato aperto un procedimento disciplinare”. Tra gli argomenti di Difesa Azzalini ha addotto il fatto che anticipare il countdown fosse una prassi.

“Gli elementi complessivamente emersi nel corso dell’istruttoria – prosegue la Rai - hanno confermato per l’accaduto la piena responsabilità del dirigente, la cui difesa si è basata su argomentazioni non veritiere ed ulteriormente lesive dell’immagine dell’azienda che, a differenza di quanto da lui affermato, non ha mai attuato la prassi di anticipo dell’orario di Capodanno. Al termine di un’attenta riflessione, Rai ha deciso dunque di procedere alla risoluzione del rapporto di lavoro con il dottor Azzalini”.

 

Pubblica i tuoi commenti