Crescita d’ascolti per la Tv digitale terrestre

La rivista ‘Digita’ (dell’associazione DGTVi) di dicembre mette in rilievo come la DTT abbia superato il 7% di share. Intanto Auditel ha opportunamente aggiornato ‘l’universo di riferimento’.

Ecco quanto scrive 'Digita':

«Superata in novembre la soglia del 7%; il tempo di utilizzo della TDT è ormai in Italia del 7,6%. Una quota che la Televisione satellitare è riuscita a raggiungere dopo oltre dieci anni e che la TDT ha raggiunto in un triennio.

Rispetto ad ottobre, le elaborazioni dello Studio Frasi sui dati Auditel AGBNMR valutano la crescita nell'ordine del 18%. In un anno la TDT è cresciuta del 153%. Il passaggio al digitale della Sardegna e l'incremento delle vendite di tv integrati, stanno accelerando i tempi della transizione alla Tv digitale».

Altre interessanti notizie nella rubrica sulla stessa rivista dello Studio Frasi (Francesco Siliato):

«Con il dicembre 2008 termina la rincorsa del digitale terrestre alla Tv satellitare anche per quanto riguarda l'universo di riferimento Auditel. Da questo mese infatti il valore del digitale terrestre di cui terrà conto la società di rilevazione degli ascolti è composto da 13,9 milioni di italiane ed italiani.

Auditel rileva la dotazione delle famiglie attraverso un'indagine faccia a faccia realizzata dalla Ipsos con 3.000 interviste al mese. I risultati dell'indagine aggiornano trimestralmente il valore delle piattaforme nel panel Auditel.

L'incremento sul precedente universo, stimato da Auditel nel mese di agosto, è del 18%, pari a 2,1 milioni di individui. Con questa nuova misurazione degli utenti in grado di ricevere il segnale del digitale terrestre avviene un sostanziale allineamento tra i valori delle ricerche Makno, Gfk e Auditel (milioni di famiglie, indici di ricevitori venduti e indici di consumo)».

Pubblica i tuoi commenti