Cronaca e intrattenimento decretano il successo di ‘Telesiculissimi’

Successo per l'ultima stagione di 'Telesiculissimi', il programma di Video Regione condotto da Ruggero Sardo che ha portato in Tv un'immagine positiva della Sicilia

E’ terminata la stagione di “Telesiculissimi”, il varietà di Video Regione, canale 16 del digitale terrestre, condotto da Ruggero Sardo, volto noto dell’emittenza regionale in Sicilia. Un format prodotto da Giovanni Di Prima che ha riscosso grande successo grazie al mix tra cronaca e intrattenimento. Spazio a tanti comici (da Marco Mazzaglia a Gianluca Barbagallo, da Sebastiano Picone a Paolo Guarino con la sua imitazione del Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta), momenti esilaranti, le “telesiculine” oltre che la musica della "Movida Small Orchestra" diretta dal maestro Salvo Adorno. “Telesiculissimi” ha raccontato “la Sicilia migliore”, ossia tutte quelle storie che spesso non fanno notizia ma che rendono grande l'isola siciliana. Le storie, dunque, hanno fatto da padrone in questa frizzante edizione di “Telesiculissimi”.

Una sfida quasi folle quella del produttore Giovani Di Prima che da anni porta avanti un progetto al quale crede molto e che gli ha consentito di portare in studio, anche grazie all’ausilio di Manuela Santanocita, diversi ospiti. Dai protagonisti dei casi di cronaca ai cantanti, dai giornalisti ai sindaci. E nell’ultima puntata a essere messo sotto torchio è stato lo stesso Ruggero Sardo, il padrone di casa, che – incalzato da Manuela Santanocita – ha parlato della sua vita privata.

“Telesiculissimi” è andato in onda – dal martedì al sabato alle 22 su Video Regione - da uno studio totalmente nuovo, realizzato all’interno di un noto centro commerciale nel catanese. Lo staff del programma tv – il cui regista è Fabio Badalà - ha anche curato la diretta della Festa di Sant’Agata nel pomeriggio di giorno 5 febbraio da uno studio allestito per l’occasione nella centralissima Piazza Stesicoro a Catania.

 

Pubblica i tuoi commenti