Cuffie d’oro, venticinque i premi della sesta edizione

Sono venticinque le Cuffie che saranno consegnate nel corso dello spettacolo premiazione presentato da Rossella Brescia, Charlie Gnocchi e Andro Merku per la sesta edizione dei Coraya-Labeyrie Cuffie d’Oro Radio Awards, in programma per sabato 3 dicembre alla sala Tripcovich di Trieste

L'Oscar della radio italiana, ideato da Fabio Carini e Charlie Gnocchi, organizzato da 42K Srl in collaborazione con l’associazione culturale Centro Studi Startup Trieste, con il sostegno del Comune di Trieste  e della Regione Friuli Venezia Giulia, vedrà, nella serata del 3 dicembre, tra i premiati tanti nomi noti della radiofonia italiana, da Geppi Cucciari ad Albertino, da Anna Pettinelli a Emanuela Falcetti.

Il comitato di valutazione, composto da Rossana Luttazzi (presidente), Roberto Borghi (Prima Comunicazione), Fabio Carini (Cuffie d’Oro), Giorgio d’Ecclesia (Radiospeaker), Paolo Giordano (Il Giornale) e Tiziana Lapelosa (Libero) ha assegnato ventitre trofei. Eccoli: Radio of the year a Rtl 102.5,  Web Radio of the year a Lolli Radio, Grow Up Radio a Radio Cusano Campus, Cuffie d’Oro per lo Show of the year a Tutti pazzi per Rds (Rds), per il Wake Up Show a Il Geco e la Farfalla (Radio Capital), per il Morning Show a La Famiglia giù al Nord (Rtl 102.5), per l’After Lunch Show a Radio 2 Social Club (Radio2), per il Drive Time Show a Lentini@Agosti (Radio 101), per il Night Show a Monte Carlo Nights con Nick The Nightfly (Rmc), per il Talk Show Benvenuti nella Giungla (Radio 105), per il Crazy Show a Ciao Belli (Radio Deejay), per lo Sport Show a 105 Autogol (Radio 105), per il Musical Show a Radio Italia Live (Radio Italia SMI), per il Rock Show a Revolver by Ringo (Virgin Radio), per il Cultural Show a Radio3 Suite (Radio 3) e per il News Show a Italia sotto inchiesta (Radio 1). 

I Career Celebrity Award vanno ad Albertino (Radio Deejay) e ad Anna Pettinelli (Rds), le Celebrity of the year sono Giuseppe Cruciani (Radio 24) e Geppi Cucciari (Radio1) mentre RadioJournalist of the year è Pierluigi Diaco (Rtl 102.5).

A decretare i destinatari di due trofei d'argento, per le Local e le University Radio, saranno invece gli utenti dei social network attraverso una gara online in corso, a colpi di like, sulla pagina Facebook ufficiale di Cuffie d’Oro.

L' assegnazione straordinaria delle Coraya-Labeyrie Cuffie d’Oro No Limits 2016 a Radio Amatrice riporta in primo piano il più alto valore sociale della radio e la sua straordinaria capacità di raccontare tutto raggiungendo tutti, come giustificato nella motivazione: "si è deciso di premiare l’essenza più pura della radio, ovvero del sistema di comunicazione e informazione più diretto ed accessibile anche nell’era digitale dei social network e che conferma che la radio è vita”.
Il riconoscimento  Coraya-Labeyrie Cuffie d’Argento Social Radio 2016 va  invece a Radio Fragola, simbolo di una rivoluzione iniziata proprio da Trieste. L'emittente nata negli anni ottanta dopo l'entrata in vigore della Legge Basaglia  che trasmette dal padiglione Emme dell'ex Ospedale psichiatrico di San Giovanni (oggi Parco di San Giovanni ) è diventata punto di riferimento per tante realtà attive sul territorio nel campo della responsabilità sociale. Radio Fragola fa parte della Cooperativa Sociale La Collina onlus e nel 2015 ha fondato con altre radio Larghe Vedute, il primo network delle radio della salute mentale in Italia.

Previsto anche un premio speciale, il Lelio Luttazzi Award, che la Fondazione Lelio Luttazzi consegnerà a Savino Zaba (Radio 2, A qualcuno piace Cult).

L’ingresso alla Sala Tripcovich sarà gratuito fino ad esaurimento di posti con l’obiettivo di promuovere un’importante raccolta fondi destinata a finanziare un progetto sostenuto da Radio Incredibile (Social Radio 2014) per la costruzione di un Centro Comunitario Polivalente nel territorio terremotato di Arquata del Tronto.
I Coraya-Labeyrie Cuffie d’Oro Radio Awards saranno trasmessi in diretta streaming esclusiva sulla pagina ufficiale Facebook di Cuffie d’Oro.

Pubblica i tuoi commenti