Dahlia (Air Plus Tv) a breve sul mercato italiano

La svedese Air Plus, subentrata da qualche mese nella pay per view di Telecom Italia, sta per porsi come nuovo competitor sul mercato.

Sparisce la card La7 Cartapiù, che diventa Cartapiù Dahlia. Prenderanno così il via fra poche settimane le trasmissioni del bouquet della svedese Air Plus Tv, subentrata alla pay per view di Telecom Italia.

Il nuovo operatore si pone come valido competitor anche (potenzialmente) di Mediaset, avendo alle spalle azionisti quali la potente finanziaria Investor Ab, che detiene il portafoglio di partecipazioni industriali della famiglia Wallenberg, una delle più potenti in Svezia dal punto di vista economico. Air Plus lavorerà in Italia con il marchio già collaudato in Spagna e altrove Dahlia Tv ed avrà i diritti delle cinque squadre di serie A già di La7 Cartapiù e tutta la B. Oltre a questi canali di calcio, Dhalia Tv avrà altri cinque canali tematici, rivolti ad un pubblico maschile: sport, viaggi e viaggi estremi, scienza, eros, come già sperimentato nei canali lanciati in altri tre Paesi europei.

Fra i dirigenti di Air Plus c'è Paolo Dal Pino, che ha curato l'entrata della società svedese nel mercato italiano, ex senior Advisor di Cyrte Investments, fondo creato da Jon De Mol. Amministratore delegato è invece Fabrizio Grassi, che ricostituisce un tandem con Dal Pino già visto all'opera in altre occasioni.

Pubblica i tuoi commenti