Deejay da trent’anni

Il 31 gennaio si festeggiano con una grande festa i 30… anni di Radio Deejay. Facciamo allora gli opportuni passi indietro nel tempo…

Radio Deejay il 1° febbraio 2012 festeggia le 30 primavere.
Una storia iniziata nel 1982 con un claim che diceva “In poche parole tanta musica”, che oggi è stato completamente ribaltato. Un segnale di trasformazione importante, al quale hanno contribuito, con tecnica e creatività, tutte le voci on air in questi anni.

Per incontrare gli ascoltatori, gli artisti e i personaggi che hanno fatto grande Radio Deejay l'appuntamento è per martedì 31 gennaio dalle ore 21.00 al Mediolanum Forum. Una festa con Linus, Albertino, Nicola Savino, Fabio Volo, Platinette, Trio Medusa, Nikki, Vic, Digei Angelo, Roberto Ferrari, La Pina, Diego, Federico, Marisa, Elio e le Storie Tese, Andrea e Michele, Fabio Alisei, Paolo Noise, Wender, Ivan Zazzaroni, Luciana Littizzetto, Laura Antonini, Rudy Zerbi e Willwoosh.
Al Mediolanum Forum festeggeranno Radio Deejay anche personaggi e amici che hanno debuttato proprio sulle sue frequenze.
L'occasione, come ricorda il direttore Linus, è di quelle importanti, tanto che il suo consiglio è: “Mi raccomando tutti vestiti bene!”.

Per ricordare al meglio la ricorrenza riprendiamo dal sito StoriaRadioTv alcune della tante note (quelle iniziali, in particolare) su Radio Deejay:

«Radio Dee Jay inizia le sue trasmissioni domenica 1 febbraio 1982, in un appartamento al numero civico 3 di via Franchetti a Milano, irradia i suoi programmi dai 99,700, la stessa frequenza dove fino a un minuto prima aveva trasmesso Radio Music, rilevata da Claudio Cecchetto. All'inizio Radio Dee Jay trasmette solo musica, nonostante il nome della Radio non vi sono dee jay, quelli di Radio Music sono infatti trasmigrati ad altre emittenti. All'inizio Cecchetto manda in onda solo musica perchè prima di tutto il suo obiettivo è quello di far conoscere il nome della Radio. C'è solo lo slogan in onda insieme ai jingle dell'emittente, 'in poche parole tanta musica' (come detto; Ndr). Gli obiettivi principali sono due: primo fare una Radio per giovanissimi, secondo renderla immediatamente riconoscibile…

Dopo un paio di mesi “il dj dell'ovale” (dal marchio dell'emittente; Ndr) comincia a parlare: "Feci un colpaccio - ricorda Cecchetto - , intervistai niente meno che Larry Hagman, l'attore che interpretava J.R., il ricco e cattivo della serie televisiva 'Dallas', che allora spopolava. In pochi mesi il parco voci si allarga, arrivano Ronnie Hanson, che intrattiene in lingua inglese, nell'estate del 1982 arriva Gerry Scotti…
Nel 1984, sulle orme del canale musicale televisivo americano Mtv, nato sei mesi prima, va in onda su Italia 1 Dee Jay Television, una rassegna di videoclip. "Me l'hanno fatta fare perchè il mio personaggio era molto interessante - dice Cecchetto - , la cosa ha funzionato ed io ho utilizzato la Televisione per spingere anche quello che stavo facendo per i fatti miei". Innanzitutto la Radio e poi i personaggi del mondo della musica che incidono per la sua etichetta discografica…
Radio Dee Jay intanto trasferisce i propri studi in via Massena, sempre a Milano, Cecchetto si inventa la Dee Jay's Gang, una società per la gestione e la diffusione del marchio su alcuni prodotti di largo consumo…
Il 1984, l'anno di Dee Jay Television, è anche quello in cui tornano a lavorare con Cecchetto alcuni dei vecchi animatori di Radio Music: fra i primi, Linus ed Albertino...
Amadeus arriva negli ultimi mesi del 1985, e, poco dopo, Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, che dalla Tv passa alla Radio. Nel 1988 entra a far parte della proprietà dell'emittente il Gruppo L'Espresso. Nel 1989 dalla Sicilia arriva Fiorello…
Nel 1990 arriva Mario Fargetta, parte il programma cult Dee Jay Time… Alla fine del 1990 parte 'Viva Radio Deejay', un programma in cui il conduttore, Marco Baldini, subisce le incursioni continue di personaggi-parodia della realtà di tutti i giorni…
Una volta approdato in Tv col Karaoke, Fiorello lascia 'Viva Radio Dee Jay', al suo posto arriva Luca Laurenti…
Spinta da uno straordinario gruppo di animatori, lanciata dalla Televisione, sorretta da un potente gruppo editoriale, nel 1992 Radio Dee Jay diventa la Radio privata più ascoltata in Italia, scavalcando Rete 105 che fino ad allora aveva dominato la scena…
Negli ultimi mesi del 1994 il gruppo artistico che ha costruito il successo della Radio si sgretola: va in onda il divorzio fra Cecchetto e l'Editoriale L'Espresso, azionista di maggioranza…
Albertino diventa il responsabile artistico, Linus è il tessitore dell'emittente, conduttore di 'Dee Jay chiama Italia', programma cult del mattino…».

Da allora in poi la Deeay di Linus e di L'Espresso continua a essere sempre nelle posizioni di leadership della radiofonia italiana, sviluppando un vero e proprio gruppo radiofonico e facendosi forte di varie 'filiazioni televisive'.

Pubblica i tuoi commenti