DIG Awards, ecco i finalisti

I premi verranno assegnati il 25 giugno all’interno del DIG Festival che si svolgerà a Riccione dal 23 al 26 giugno 2016

Le nuove rotte dell’immigrazione, lo sfruttamento economico dell’ambiente, il terrorismo. Ma anche i traffici illeciti, e le truffe alimentari. Sono questi i temi delle 15 opere scelte come finaliste dei DIG awards, il concorso internazionale dedicato alle inchieste giornalistiche video che si concluderà con una cerimonia di premiazione in programma a Riccione, il 25 giugno.  I lavori scelti sono firmati da giornalisti italiani e internazionali, freelance e reporter di emittenti provenienti da tutta Europa. Il racconto sulle migrazioni è senza dubbio il tema più affrontato dai partecipanti dei DIG awards 2016 e ne esce una fotografia reale di quello che sta succedendo nelle principali rotte dei migranti: se fino all’anno scorso si parlava di sbarchi quest’anno le lunghe marce e i nuovi confini dell’Europa presi d’assalto sono l’argomento principale affrontato dai giornalisti partecipanti.

Sono oltre 300 i lavori arrivati nelle 6 sezioni del concorso: Investigative, Long Reportage, Short Reportage, Digital, Data Journalism  e Focus On Italy. Per arrivare a selezionare i 15 lavori migliori la giuria si è basata su quattro criteri: la forza della storia dei personaggi, l’indipendenza e il coraggio con il quale il giornalista affronta l’argomento, la qualità tecnica e la struttura logico narrativa.

Gli otto finalisti della sezione Focus on Italy, creata per incentivare inchieste nuove e coraggiose sul nostro Paese, esporranno il proprio lavoro in una sessione di pitching al cospetto di buyer, brodcaster, commisioning editor e producer  dove  si svolgerà la selezione del progetto vincitore che verrà premiato con  20.000 euro da impiegare nello sviluppo dell'inchiesta. Ecco i titoli dei lavori e i loro autori: "Chinese or Italian?" Teresa Paoli; "The Organization" Giuseppe Borello, Andrea Sceresini; "Dangerous Flights" Luca Verducci; "Italian Food – Life is Hell" Massimo Cappello, Giacomo Di Girolamo, Marzia Maniscalco; "Lords of the Cities" Diego Gandolfo e Alessandro Di Nunzio; "Pitch Black on Red Tomatoes" Giulia Bondi; "The steelplant" Marco Amenta; "Unknown Male Number 1" Hugo Berkeley.

Ad attribuire i DIG awards sarà una giuria internazionale presieduta da Gavin MacFadyen, direttore del Centre for Investigative Journalism di Londra e responsabile, dal 1970, di oltre 50 programmi d’inchiesta per BBC, Channel 4 e PBS.  Gli altri membri sono: John Goetz, reporter della tv pubblica tedesca ARD; Nils Hanson, icona dell’inchiesta scandinava e della tv svedese SVT; Sarah Harrison, giornalista e consulente legale di WikiLeaks, protagonista della fuga di Edward Snowden nel 2013; Alexandre Brachet, fondatore della casa di produzione francese Upian; Riccardo Chiattelli, direttore di Laeffe; Corrado Formigli, autore e presentatore di Piazza pulita (La7); Monica Maggioni, presidente Rai; Marco Nassivera, direttore dell’informazione per l’emittente franco-tedesca Arte; Alberto Nerazzini, giornalista freelance; Juliana Ruhfus, reporter di Al Jazeera; Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky Italia; Margo Smit, giornalista e dirigente della tv pubblica olandese NOS.

Ecco brevemente i finalisti dell'edizione 2016.

Per la sezione Investigative: "Freightened. The Real Price of Shipping" di Denis Delestrac| Polar Films| Das Erst, ADR; "The Italian Handshake" di Ali Fegan & Lars-Goran Svensson | Mission Investigate, SVT;   "Ukraine: masks of revolution" di Paul Moreira | Premieres Lignes | Special Investigation, Canal +.

Per  la sezione Long Reportage: "Inside the Battle: Al Nusra-Al Qaeda in Syria" di Medyan Dairieh |Vice News; "#myescape" di Elke Sasse |wdr |deutsche welle; "Fukushima: A Nuclear Story" di Christine Reinhold, Matteo Gagliardi, Pio d'Emilia | Sky Italia.

Per  la sezione Short Reportage: "Turkey : ISIS – Erdogan, dangerous liaisons?" di Guillaume Perrier et Marc Garmirian | Arte Reportage, ARTE GEIE; "Beyond the wall" di Berber Verpoest| Vranckx, VRT; "Travelling with the refugees" di Valentina Petrini| Piazza Pulita, La 7.

Per la sezione Digital:  "Anti-immigration, anti-liberal: meet Sweden's far-right future" di Phoebe Greenwood, Simon Rawles |theguardian.com; "Germany Promised Land" di David Chierchini, Matteo Keffer | repubblica.it; "Ecuador’s Secret Oil Road" di Nina Bigalke|  reported.ly.

Per la sezione Data: "Fatal Extraction" di Eleanor Bell, Will Fitzgibbon, Chris Zubak-Skees http://projects.icij.org/fatalextraction;   "Medicamentalia - Third World Treatments ¿First World Prices?" di Eva Belmonte | medicamentalia.org/en; "The wave of reconstruction" di Alessia Cerantola, Emanuele Satolli, Matteo Moretti | thewaveofreconstruction.com. 

Leggi sul numero di giugno di Millecanali

l'articolo dedicato ai DIG Awards nella sezione Spazio Videomaker

 

 

Pubblica i tuoi commenti