Domani il convegno nazionale sui documentari

Verrà presentata domani a Roma la prima interessante ‘Indagine conoscitiva sul mercato del documentario in Italia’, realizzata da Doc/it, Rai-Ufficio Studi e IsICult-Istituto italiano per l’Industria Culturale.

Verrà presentata domani, giovedì 23 febbraio, con un convegno dalle ore 9,30 alle 18,30 presso il Complesso monumentale del San Michele a Ripa, Sala Conferenze della Sala Clementina (piano terreno), Via di San Michele 25 - Roma, la prima 'Indagine conoscitiva sul mercato del documentario in Italia'.

La necessità di realizzare una ricerca descrittiva sul settore del documentario in Italia è sempre stata una delle priorità annunciate, fin dalla sua fondazione avvenuta nel 1999, da Doc/It- Associazione Documentaristi Italiani, che raccoglie sia gli autori sia i produttori e distributori indipendenti operanti nel nostro Paese. Infatti la dimensione creativa, produttiva, economica e professionale del documentario nel nostro Paese, fin qui praticamente inesplorata, non offriva alcun tipo di rilevazioni statistiche e tendenziali.

Da qui è nata l'idea di realizzare l'indagine di settore, grazie al primario sostegno del Ministero per le Attività Produttive e dell'ICE-Istituto nazionale per il Commercio Estero che, per la prima volta in Italia, hanno firmato un Accordo di Settore biennale con un'associazione di categoria del settore audiovisivo, ed alla partecipazione di sponsor privati e pubblici interessati al settore: il Gruppo Rai, attraverso il contributo di Rai Radiotelevisione Italiana (Direzione Palinsesto Tv e Marketing), RaiTrade e RaiSat, Sky Italia, Fox International Channels Italy e Istituto Luce, unitamente all'Assessorato Cultura rispettivamente della Regione Lazio e della Provincia di Roma.

La realizzazione della ricerca è stata affidata da Doc/it e dai suoi sponsor all'Istituto italiano per l'Industria Culturale - IsICult, istituto specializzato in studi e consulenze per importanti committenti istituzionali.

L'obiettivo di questo impegnativo lavoro era di analizzare il documentario nel suo intero ciclo vitale, dalla progettazione alla distribuzione, in relazione al mercato nazionale, alle criticità e alle potenzialità di sviluppo e internazionalizzazione. Sono emersi due dati di particolare rilievo: da un lato la volontà da parte del Servizio Pubblico radiotelevisivo (coproduttore della ricerca) di aprire un dibattito interno sulla produzione e coproduzione con i produttori indipendenti e per migliorare la collocazione del documentario italiano nei palinsesti di programmazione; dall'altro, invece, una totale mancanza di supporto delle istituzioni pubbliche e del sistema televisivo nazionale (ad esclusione delle nuove istanze di finanziamento della nuova Legge del Cinema o dell'evoluzione di molti canali satellitari tematici).

In sostanza manca ancora una scelta chiara di politica culturale, rivolta alla crescita di un'economia audiovisiva nazionale, oltre che dei valori e dei simboli della cultura del nostro Paese, delle sue genti e delle sue storie.

Nel corso del convegno di presentazione della ricerca (non ancora conclusa rispetto alla definizione di dati, volumi numerici ed all'individuazione di linee chiare di sviluppo) saranno illustrati i principali elementi del quadro nazionale che si è delineato.

Il convegno è diviso in due fasi nell'arco dell'intera giornata: al mattino sono previsti interventi degli Assessori alla Cultura del Comune di Roma, della Provincia di Roma, della Regione Lazio ed altri istituzionali, sui valori economici, produttivi, culturali del documentario italiano (oltre che sull'illustrazione dei risultati della ricerca); al pomeriggio avrà luogo una tavola rotonda tra i responsabili dei palinsesti televisivi del Servizio Pubblico (con l'aggiunta di Fox Channels) con un produttore indipendente ed un autore delegato di Doc/it, che siedono nel panel e con i professionisti presenti in sala.

Per informazioni: Doc/it Associazione Documentaristi Italiani, tel. 051 204840; Responsabile organizzazione: Maria Teresa Tringali, tel. 339/8441816.

Pubblica i tuoi commenti