Dopo Costanzo, “lascia” anche Munafò

Dopo Maurizio Costanzo anche Stefano Munafò, direttore di Rai Fiction, si è dimesso dal suo incarico.

La colpa dell'abbandono, secondo quanto afferma lo stesso Munafò in un'intervista, sarebbe di Agostino Saccà; il direttore generale della Rai avrebbe, incessantemente, proposto al Cda una serie di soluzioni che, in tempi brevi, avrebbero comunque comportato la sua estromissione da incarichi di responsabilità a Rai Fiction.

"Il rischio - dice Munafò - era quello di diventare un tappo per il normale svolgimento dei processi produttivi della fiction. Paradossalmente, mentre Saccà mi ha attaccato, personalità autorevoli di Mediaset, come Confalonieri e Costanzo, si complimentavano con la Rai per la linea tenuta sulla fiction".

Munafò afferma inoltre che la Rai non potrà fare a meno della fiction, perché nel sistema di equilibrio dei generi Tv forti, quelli che "fanno" il palinsesto, lo sport e i film sono più costosi della fiction. E l'intrattenimento Rai, a differenza di Mediaset, funziona solo con eventi costosi...

Per la sostituzione di Munafò si fa il nome di Alessio Gorla.

Pubblica i tuoi commenti