DRM+: Radio Maria sperimenta

Radio Maria inizia il primo test di trasmissione in Italia con il sistema digitale DRM+. Un simposio dedicato a questa sperimentazione si terrà nei giorni 19-21 ottobre a Torino.

Associazione Radio Maria, World Family of Radio Maria e Fondazione Formare hanno congiuntamente promosso un pool tecnico di esperti al fine di realizzare, per la prima volta sul territorio nazionale, lo svolgimento di test di trasmissione in DRM+.
Il DRM+ è parte del sistema di trasmissione DRM (Digital Radio Mondiale) che utilizza frequenze comprese in uno spettro tra 0.1 MHz e 174 MHz. Questa innovativa tecnologia permetterà di offrire una qualità migliore del segnale unitamente ad una trasmissione contemporanea di tipo analogico e digitale, con caratteristiche di propagazione che si prestano a soddisfare le molteplici esigenze delle emittenti in relazione al rispettivo bacino d'utenza.
I membri del pool assicureranno la disponibilità di risorse tecnologiche e conoscenze professionali tali da consentire lo svolgimento dei test, per la durata di un anno, presso l'area metropolitana di Torino in virtù di una licenza rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni. La sperimentazione avverrà congiuntamente in Banda I ed in Banda II (FM) in modalità combinata.
Obiettivo primario è la verifica dei parametri di affidabilità, qualità e polifunzionalità d'uso del sistema DRM+, con possibili applicazioni anche in aree internazionali ove già opera il network World Family of Radio Maria, presente in 53 Paesi nei cinque continenti (www.radiomaria.org).

Un simposio dedicato a tale sperimentazione si terrà nei giorni 19-20-21 ottobre 2010, con visite guidate alle postazioni radio e analisi della copertura del segnale.
La giornata centrale di mercoledì 20 ottobre sarà caratterizzata da una serie di interventi e relazioni dei responsabili dei soggetti promotori presso l'Hotel Victoria a Torino (via Nino Costa 4,
sito web: http://www.hotelvictoria-torino.com/). È prevista, solo in tale data, la partecipazione degli addetti ai lavori e rappresentanti della stampa che si saranno accreditati entro il 15 ottobre.

Per contatti, accrediti e informazioni: ing. Claudio Re (una nostra vecchia conoscenza, come sanno i nostri lettori più fedeli), email: reclaudio@alma.it.

Pubblica i tuoi commenti