Droni in volo verso l’Oscar?

In un convegno a Dronitaly (24-25 ottobre centro congressi NH Milanofiori) il punto su droni, cinema e fotografia. Anche Paolo Virzì li ha usati in ‘Il capitale umano’.

La speranza è che possa avere la stessa fortuna de "La Grande Bellezza", il film di Paolo Sorrentino vincitore agli Oscar 2014, ma "Il capitale umano", di Paolo Virzì, in lizza quest'anno per il premio, vanta già un record: è la prima produzione italiana ad aver impiegato una 'unit' di droni, con cui ha girato molte scene.

“L'idea è stata proposta al regista dopo che la sua produzione ci ha testato mettendoci alla prova. Virzì è rimasto così entusiasta delle potenzialità dei droni da farci diventare una nuova 'uni't del film, con carta bianca per girare molte scene - commenta Orlando Salmeri, CEO e cofounder di Olafilm, startup cinematografica che ha messo al centro del suo business i velivoli 'unmanned' - . L'uso dei droni è rivoluzionario per il cinema, come per molte altre attività. Rende la creatività istantanea: tu immagini un'inquadratura e un minuto dopo la stai facendo; il drone rende tutto più semplice a condizione che venga usato in maniera efficace”.

Salmeri racconterà la sua esperienza sul set e gli altri suoi progetti con i droni nel convegno di Dronitaly in programma il 25 ottobre, “Riprese e fotografia con i droni”. Insieme a esperti di privacy e assicurazione verrà fatto il punto sull'impiego dei SAPR, Sistemi Aerei a Pilotaggio Remoto o droni, con approfondimenti e case history esemplificativi.

L'evento Dronitaly è costruito su un intenso e accurato programma di convegni e seminari, che, grazie a cultori della materia ed esperti del settore, approfondiscono la stretta relazione tra questi velivoli e attività quali: la nuova agricoltura di precisione; la salvaguardia e la tutela del territorio; le nuove forme di assicurazione per i droni; la safety e la privacy; l'utilizzo dei droni per il cinema e i videomaker; molte altre tematiche legate all'utilizzo professionale dei Sapr.

Dronitaly è anche l'occasione irripetibile per incontrare le aziende italiane che stanno costruendo insieme questa nuova industria. Sarà presente tutta la filiera professionale dei Sapr: i costruttori dei droni insieme a chi studia e realizza la sensoristica e i software per la lettura dei dati in real time. Ma anche gli operatori che impiegano i droni equipaggiati con tutte le più aggiornate soluzioni tecnologiche valide per settori come l'agricoltura, il cinema, i cantieri, la protezione e il rilevamento. A ognuno di loro, accanto alla presenza negli stand, è riservata la possibilità di fare dei workshop per presentare la propria attività al pubblico e agli addetti ai lavori.

Pubblica i tuoi commenti