DTT: chiude Qoob di Telecom Italia Media

Ecco come ha dato la notizia il sito www.newslinet.it: «Ufficialmente non vi è una spiegazione pienamente convincente della decisione di Telecom Italia di chiudure uno dei canali Tv musicali più alternativi creati nel nostro Paese; così originale da non avere nemmeno voluto un’identità commerciale (non trasmettendo pubblicità) e neanche, invero, un palinsesto strutturato (un po’ come era accaduto con le prime Radio libere impegnate). Nata nel novembre 2006 sulle ceneri della repentina esperienza…

Ecco come ha dato la notizia il sito www.newslinet.it:

«Ufficialmente non vi è una spiegazione pienamente convincente della decisione di Telecom Italia di chiudure uno dei canali Tv musicali più alternativi creati nel nostro Paese; così originale da non avere nemmeno voluto un'identità commerciale (non trasmettendo pubblicità) e neanche, invero, un palinsesto strutturato (un po' come era accaduto con le prime Radio libere impegnate).

Nata nel novembre 2006 sulle ceneri della repentina esperienza analogica di Flux, Qoob è stata proposta come una piattaforma digitale cross-media in grado di avvalersi di contenuti provenienti dal mondo underground dell'animazione, del cinema, del graphic design e della musica. Domiciliata sul secondo multiplexer digitale di Telecom Italia Media, va anche detto che Qoob non ha mai avuto una grande platea di ascoltatori, essendo, per definizione, un prodotto di nicchia, fuori dagli schemi mediatici della Tv a larga diffusione e quindi, come dire, con un destino segnato.

A quanto par di capire, la parte del mux liberato non verrà riempita con nuovi prodotti, ma impiegata per veicolare contributi aggiuntivi per la rete principale La 7 (si suppone sport).

In attesa di comprendere meglio un'espressione di volontà, che ripetiamo, era facilmente intuibile da tempo, riportiamo il comunicato che compare sul sito dell'emittente.

Dal sito di Qoob

Lettera aperta agli ascoltatori

"Come ormai vi abbiamo abituato fin dai nostri inizi un po' garage, Qoob è multiforme e dinamico. Ci piace cambiare pelle, di tanto in tanto. Vorremmo quindi annunciarvi quella che sarà la prossima evoluzione di Qoob, così che non vi troviate troppo spaesati nelle settimane a venire.

Dal 1° gennaio 2009 Qoob sarà totally digital, prediligendo l'aspetto di factory produttiva a modello collaborativo diffuso e la distribuzione non lineare. In spiccioli: il canale sul digitale terrestre viene spento per lasciare spazio alle mille possibilità di produzione e distribuzione digitale più tipicamente 2.0.

Da Broadcasting Ideas diventeremo The Digital Factory, una casa di produzione digitale. I prodotti di Qoob potranno avere esposizione non solo sulla web Tv ma anche sui canali del network MTv (un primo esempio è The Qoob Show in onda su MTv ogni venerdì a mezzanotte) e su platform di terzi, guadagnando in visibilità, nell'ottica di 'far crescere' le potenzialità creative di questa community molto speciale.

Riporteremo progressivamente l'aspetto grafico e funzionale del sito a un modello più lineare e immediato da usare, facilitando così il flusso di informazioni, lo scambio di idee e la nascita di collaborazioni. Secondo schemi sempre più trasparenti.

Come funzionerà Qoob e perché dovreste continuare a frequentarciO

Ecco la risposta:

Web Tv - Ogni settimana proporremo un flusso dei migliori contenuti di Qoob (prodotti, acquisiti o selezionati fra quelli uploadati dai qoober) nella web Tv creata in partnership con Mogulus. Va a sostituire lo streaming del canale Tv e lo potrete trovare sempre qui: www.qoob.tv/tv. Da metà gennaio lanceremo anche un servizio on demand HD che consentirà di vedere i migliori contenuti di Qoob in alta definizione. La presenza di contenuti di Qoob sui mezzi televisivi 'tradizionali' (= canali Tv) si realizzerà in finestre di programmazione o produzioni ad hoc su commissione per canali del network MTv.

Video-maker - I produttori di video (film, animazioni, video musicali, corti, video divertenti) che fanno parte della community di Qoob sono tutti potenziali fautori di nuove produzioni made in Qoob...

Musicisti - Da una parte, rafforzeremo la proposta di nuovi talenti musicali made in Qoob, scegliendo a cadenze frequenti utenti unsigned di cui realizzare il videoclip, ricorrendo ai filmmaker pro di Qoob. Dall'altra trasformeremo l'Audio DB in una music library che, tramite diverse licenze Creative Commons, permetterà alle vostre tracce di essere utilizzate come colonne sonore per film, spot, corti, anmazioni, dentro e fuori Qoob...

Grafici/Fotografi/illustratori - Nell'ottica di prediligere un modello produttivo collaborativo, la figura del graphic designer è centrale (realizzazione di sigle, interventi in grafica su film/video etc.). Per questo riporteremo in evidenza la vecchia sezione PICS che era stata sacrificata nel precedente modello di QOOB...

Talent Pool - È un luogo fisico (anche se in termini virtuali, ovvero sarà una sezione del sito www.qoob.tv) dove potrete trovare i vari talenti da noi segnalati, in ogni campo (dal video alla musica, dalla comicità all'animazione, dalla grafica ai documentari) e individuati su base geografica..."».

Pubblica i tuoi commenti