Due nuove telecamere da Sony

Sony rafforza la line-up di telecamere per live production con i modelli HDC-2000 e HDC-2550.

Sony ha presentato le nuove telecamere HDC-2000 e HDC-2550, ultime arrivate nella gamma delle soluzioni per live production della famiglia HDC-2500. Entrambi i prodotti si integrano nei workflow di live production già in uso e testimoniano l'impegno di Sony nello sviluppo di soluzioni innovative flessibili, robuste ed efficienti. L'annuncio consolida ulteriormente la posizione di Sony come leader di mercato nello sviluppo di soluzioni per applicazioni di live production ad alta affidabilità.

Le telecamere sono dotate di un sensore CCD da 2/3 e un DSP con convertitore A/D di ultima generazione, per immagini di qualità eccezionale. Sono inoltre disponibili una serie di uscite per garantire la compatibilità con la maggior parte della applicazioni in tutto il mondo. Grazie a queste innovazioni, queste telecamere sono ideali per tutti i tipi di applicazioni per esterni e interni.

HDC-2000 è la versione da studio della telecamera portatile HDC-2500. È ideale per applicazioni da studio e per eventi sportivi grazie ai numerosi segnali di uscita disponibili, tra cui 1080/50P, 59.94P e RGB 4:4:4.
Come il modello HDC-2500, HDC-2000 utilizza la rivoluzionaria trasmissione in fibra ottica 3 Gbps leader di settore, che rappresenta il futuro della live production grazie all'elaborazione di una maggiore quantità di dati e a frame rate più elevati senza compressione. Questa larghezza di banda più ampia consente di supportare le operazioni 3D, poiché permette di trasmettere in parallelo due segnali da una singola telecamera su un unico cavo in fibra.

Utilizzando l'unità di archiviazione SRMaster SR-R1000, la trasmissione in fibra 3 Gbps può realizzare immagini in slow motion 2 volte più lente. Anche se HDC-2000 non nasce come telecamera esclusivamente per applicazioni slow motion, questa funzionalità offre agli utenti l'opportunità di sviluppare produzioni di eventi sportivi con riprese slow motion da diverse angolazioni sul campo. Inoltre, la trasmissione in fibra 3 Gbps consente di eseguire una comunicazione tramite rete IP dedicata tra HDC-2000 e HDCU-2000, aprendo ulteriori possibilità creative alle produzioni live.

La nuova telecamera HDC-2550 offre un'interfaccia standard con cavo triax per l'integrazione in workflow da studio o in esterni già in uso, garantendo una qualità delle immagini ottimale da un singolo asset come il modello HDC-2000.
Questa telecamera portatile offre anche un nuovo pannello laterale per la commutabilità della trasmissione tra fibra ottica e assiale, migliorando sensibilmente la flessibilità del prodotto. Il corpo della telecamera è stato concepito per offrire la massima robustezza, con un rivestimento esterno in fibra di carbonio che aumenta la stabilità e l'affidabilità, offrendo all'operatore anche una migliore maneggevolezza.

La telecamera HDC-2550 è dotata di una doppia ghiera del filtro ottico ed è compatibile con diversi frame rate: 1080/50i o 59.94i e 720/50P o 59.94P in configurazione standard, oltre ai frame rate progressivi 1080/23.98PsF, 24PsF, 25PsF e 29.94PsF in configurazione opzionale.

“Le telecamere HDC-2000 e HDC-2550 sono state sviluppate sulla base dell'esperienza di Sony nella live production e ridefiniscono i confini tecnologici nella produzione di eventi sportivi live - ha spiegato Claus Pfeifer, Strategic Marketing Manager, Sony Europe -. Attraverso l'innovazione tecnologica, le telecamere sono state concepite per garantire la massima efficienza e soddisfare le esigenze sia del cliente che dell'operatore”.

Le telecamere HDC-2000 e HDC-2550 saranno disponibili a partire da maggio.

Pubblica i tuoi commenti