Due nuove Tv satellitari vicine al PDO

Se non ci saranno ripensamenti (magari salutari, in rapporto a quel che si prospetta nella pratica) ci saranno a breve ben due nuove Tv satellitari di ‘area PD’. Si dovrebbe trattare di Youdem Tv, voluta da Veltroni, e di Red Tv, vicina a Massimo D’Alema, che subentrerebbe a Nessuno Tv.

Due nuovi arrivi nel mondo delle Tv (e dei cosiddetti 'cross media'), annunciati a distanza di pochi giorni l'uno dall'altro all'inizio di agosto, soprattutto dal quotidiano 'La Repubblica'. A breve sarebbe prevista la partenza di Red Tv, canale satellitare che nascerebbe dalla collaborazione tra l'attuale Nessuno Tv e la fondazione Italianieuropei - Red, che fa riferimento a Massimo D'Alema. Il condizionale è d'obbligo per via dello sconcerto suscitato dalla notizia almeno in una parte dell'attuale gruppo dirigente di Nessuno Tv (molto attenta in questi giorni nel documentare le performances di Veltroni alla prima 'Festa Democratica' di Firenze) e poi perché in contemporanea Veltroni ha annunciato la nascita di un'altra Tv, più o meno 'vicina al PD'.

II 14 ottobre verrebbe infatti inaugurata la nuova Yuodem Tv del Partito Democratico che sarà visibile via web, sul satellite, sui telefonini e sulle maggiori Tv locali (cosa che anche Nessuno Tv aveva cercato di fare). Dal punto di vista politico si è visto nella contrapposizione tra i due canali appunto la prosecuzione di quella tra il segretario PD Walter Veltroni e Massimo D'Alema.

Per ciò che riguarda Red Tv, l'intenzione è di farne una rete generalista con protagonista l'informazione e con incursioni nella cultura, mantenendo sempre come ispirazione le posizioni politiche di D'Alema, il quale dovrebbe avere un programma settimanale.

Tra le conduttrici dovrebbero esserci Lucia Annunziata, alla quale verrà affidata una striscia d'informazione, e Rula Jebral, che avrà un programma d'approfondimento condotto insieme a Stefano Cappellini ('Il Riformista'). Ma ci saranno anche programmi lontani dalla politica come "I fan", nel quale alcuni dirigenti politici intervisteranno grandi scrittori, oltre a interviste a protagonisti del mondo della musica (si parla di un'intervista a Vasco Rossi di Bersani) e ad uno spazio musicale settimanale condotto da Bobo Craxi.

Anche Pietro Folena collaborerebbe al palinsesto, nel quadro di un riavvicinamento tra D'Alema e il suo ex pupillo, dopo dieci anni di silenzio e di diversa collocazione politica.

Meno élitaria e più aperta sarebbe l'impostazione di Youdem Tv, l'emittente effettiva del PD, che dovrebbe puntare su una piattaforma multimediale che comprenderebbe anche un quotidiano e una Radio. Sarà un "social network" politico, come ha spiegato lo stesso Veltroni: "Questa Tv non vuole essere un canale televisivo in più ma una struttura aperta come il PD, che parte dall'esperienza di Web 2.0 e punta a coinvolgere i contributi di cittadini e utenti, perché il nostro riferimento è il linguaggio dentro la rete e non la vecchia Tv".

Youdem Tv avrà un palinsesto di 4 ore giornaliere e un portale aperto nel quale chiunque potrà inserire i propri video, cortometraggi e contributi in genere, che potrebbero essere trasmessi sul canale satellitare. Vincenzo Cerami terrà lezioni su come si scrive e si realizza un cortometraggio.

Pubblica i tuoi commenti