È morta Tina Lagostena Bassi

Madre di Raimondo Lagostena, era nota non certo solo per ‘Forum’ ma anche per essere stata una delle paladine dei diritti delle donne.

È morta l'altra sera all'età di ottantadue anni Augusta Lagostena Bassi, giudice di 'Forum', proprio nel giorno di uscita del suo libro 'Una vita speciale' per le edizioni Piemme. Nota come Tina, era malata da alcuni anni.

Se la maggior parte delle persone la ricordano come giudice di 'Forum' in staffetta con Santi Licheri, i più "anziani" la ricordano per le sue battaglie in difesa dei diritti delle donne, anzi a lei piaceva essere ricordata per questo.

La Lagostena Bassi si ricorda infatti per alcuni grandi processi, primo fra tutti quello nel quale difese Donatella Colasanti contro Angelo Izzo nel dibattimento sul massacro del Circeo. Fu la prima, nel 1979, a fare portare in Tv un processo per stupro, il primo a porte aperte della storia italiana. Tina Lagostena Bassi è stata una delle fondatrici del Telefono Rosa, dal 1994 al 1995; ha anche ricoperto il ruolo di presidente della Commissione Nazionale parità e pari opportunità tra uomo e donna, presso la presidenza del Consiglio dei ministri.

E recentemente, nel clima caldo sul tema dell'aborto, non aveva esitato a pronunciarsi in difesa della Legge 194.

Il figlio Raimondo ha intrapreso una bella carriera imprenditoriale, soprattutto sul fronte dei media, con (fra l'altro) la Profit, Odeon, la collaborazione con La3 per la Mobile Tv e varie Tv locali italiane.

Tina Lagostena Bassi è stata ricordata nella puntata di 'Forum' di ieri, dove è stata sostituita da un altro giudice donna.

Pubblica i tuoi commenti