È morto Roberto Arnaldi

Il famoso ‘Robertino’ degli anni d’oro di Radio Monte Carlo è morto a Nizza a 71 anni.

Roberto Arnaldi è morto all'Ospedale di Nizza dove era ricoverato da due mesi a seguito di una malattia. Nato a Genova il 29 agosto 1941, Arnaldi aveva i primi passi nel mondo dello spettacolo come cantante (ha inciso anche vari dischi) e come autore di canzoni interpretate anche da Dalida ('18 Anni'), Barbara Straisand, Amalia Rodriguez ('La casa in via del Campoì) e Julio Iglesias.

Nel 1967, dopo un provino con Herbert Pagani, Arnaldi esordì su Radio Monte Carlo, emittente allora di proprietà del principato Monegasco che si sentiva in onde medie, alternativa alla radio di Stato monopolistica. Robertino (così si fece subito chiamare) esordì il 13 dicembre 1967 inaugurando, con Luisella Berrino, la fascia del mattino dalle 7,00 alle 11,00 grazie alla quale diventò “l'amico del mattino” per milioni di ascoltatori.

Restò ai microfoni di Rmc per 21 anni caratterizzandosi come uno degli animatori più celebri e con un proprio stile caratterizzato da ritmo e leggerezza, anche se la rapidità del parlato e l'invadenza del linguaggio non lo rendevano gradito a una parte del pubblico. Fra le sue trasmissioni, 'Fate voi stessi il vostro programma' (una delle prime, incentrate sulle dediche), 'Il tempo di un disco' (nella quale veniva rovesciato il meccanismo del quiz con gli ascoltatori: le scuole, redazioni di giornali, sedi di associazioni ecc. a proporre quesiti al conduttori), 'Il rally di Radio Monte Carlo' (con gli spettatori che pongono quesiti al conduttore) e 'Anteprima calcio' con Bruno Longhi.

Estroso e preparato, grande conoscitore della canzone francese e internazionale, Arnaldi intervistò Fabrizio De Andrè, che gli fece incidere il suo primo album, 'Il sogno e la parola' (con una nota di Guido Ceronetti).

Nel 1974 Robertino ha presentato il Premio Tenco di Sanremo. Attivo anche in Tv (a Tele Montecarlo, 'Il Buggzzumm' e 'Gli affari sono affari'), collaboratore di varie testate (fra cui 'Musica & dischi'), chiude il rapporto con Radio Monte Carlo dopo l'acquisto dell'emittente da parte di Alberto Hazan, anche a causa di problemi con le corde vocali che lo costringono a un intervento chirurgico, dopo il quale non gli viene rinnovato il contratto.

Successivamente ha lavorato a Radio Fiesole, Radio Blu, Radio Liguria Uno, Radio 103 (con la trasmissione 'Bob... a due' insieme a Bobo) e Radio National 102 Sanremo. Coi suoi venti anni di permanenza a RMC stabilì un record che sarà battuto solo da Luisella Berrino, sua collega, ancora in RMC senza interruzione dal 1970.

Pubblica i tuoi commenti