È nata a Foggia la cittadella della comunicazione

Quella di giovedì 25 giugno è stata una lunga giornata costellata da grandi nomi, grandi impegni e grandi emozioni per Mediafarm, la nuova cittadella della comunicazione di Foggia: una serie di eventi ha visto il coinvolgimento di tutte le realtà editoriali raggruppate in questa struttura innovativa. Dalle 14.00, Mediafarm ha ospitato nomi molto importanti del mondo della comunicazione e del sistema radiotelevisivo. Il primo a partecipare all’iniziativa è stato Massimo Giletti: il popolare condu…

Quella di giovedì 25 giugno è stata una lunga giornata costellata da grandi nomi, grandi impegni e grandi emozioni per Mediafarm, la nuova cittadella della comunicazione di Foggia: una serie di eventi ha visto il coinvolgimento di tutte le realtà editoriali raggruppate in questa struttura innovativa.

Dalle 14.00, Mediafarm ha ospitato nomi molto importanti del mondo della comunicazione e del sistema radiotelevisivo. Il primo a partecipare all'iniziativa è stato Massimo Giletti: il popolare conduttore televisivo è stato l'ospite speciale della trasmissione 'Casa Mia' di TeleradiOErre.

Dagli studi di RadioNova, invece, sono passati il giornalista sportivo Marino Bartoletti e Savino Zaba, conduttore della trasmissione di RaiUno intitolata 'Music@' e della trasmissione di RadioDue 'Ottovolante'.

Alle 18.00, le autorità hanno inaugurato la Galleria Permanente di Arte Contemporanea. Una raccolta di opere firmate dagli artisti più importanti del territorio, nati in questa provincia ma noti a livello internazionale per la qualità della loro arte: Dario Damato, Gerardo Gerardi, Carla Insalata, Nicola Liberatore, Leon Marino, Antonio Natale, Michele Roccotelli, Ubaldo Urbano, Barbara Trombetta, Salvatore Lovaglio, Mosè La Cava, Paolo Lops.

Una scelta per comunicare la versatilità di Mediafarm, che si appresta a diventare un laboratorio in cui sviluppare progetti e ospitare iniziative culturali, aperte alla cittadinanza.

Alle 18.30, invece, si è tenuta la presentazione dell'ultimo libro del giornalista Marcello Sorgi. Già direttore del Tg1 e del quotidiano 'La Stampa', il giornalista ha firmato il libro "Edda Ciano e il comunista", in cui racconta la storia d'amore tra la figlia del Duce e un partigiano. All'incontro hanno preso parte nomi prestigiosi del giornalismo italiano come Lucia Annunziata e Myrta Merlino (giornalista economica della Rai, nonché conduttrice del noto programma 'Economix'), il Presidente della Provincia di Foggia on. Antonio Pepe, il professor Saverio Russo, docente di storia moderna presso l'Università degli Studi di Foggia.

Proprio dopo la presentazione del libro di Sorgi, ha avuto inizio la cerimonia ufficiale di inaugurazione, con il tradizionale taglio del nastro al quale hanno assistito autorità politiche e civili.

Alle 20.30 Mediafarm ha ospitato un talk show sulla comunicazione con Marcello Sorgi, Lucia Annunziata, Myrta Merlino e altri importanti esperti del settore, tra i quali Massimo Santoro, autore Rai, e il professor Luigi Caramiello, sociologo e autore televisivo, nonché gli esponenti delle principali testate giornalistiche e radiotelevisive più importanti; tutti gli ospiti sono stati coordinati da Micky de Finis.

Infine, nel piazzale antistante Mediafarm, una serata musicale con i Pummarola Sound, band partenopea reduce dai successi televisivi della trasmissione Rai 'I Raccomandati' e quelli ottenuti al Billionaire e allo Smaila's, che hanno dato il via al Movida All Night Party, animato anche dalla voce di Savino Zaba.

Mediafarm inizia la sua strada: un percorso fatto di energie creative e progetti, che questa struttura intende affrontare grazie alle forze delle sei realtà imprenditoriali che operano nel settore della comunicazione: l'emittente televisiva TeleradiOErre, il free press magazine 'Viveur', l'emittente radiofonica Radio Nova, l'agenzia di comunicazione e marketing Inedito, la casa editrice Utopia, l'azienda di servizi informatici Sarit.

Pubblica i tuoi commenti