E’ TV Marche, tra buoni risultati e incertezze per il futuro

Arrivato il saldo per stipendi e tredicesima dei lavoratori di E' TV Marche – Canale Marche Srl, in stato di agitazione dagli ultimi mesi del 2016, rimangono i timori per la vendita dell'emittente da parte del Gruppo Spallanzani

Porta la data del 31 gennaio. È entro oggi che l'assemblea dei dipendenti di E' TV Marche – Canale Marche Srl chiedeva il saldo di tutte le pendenze economiche non ancora evase dalla proprietà dell'emittente, ossia di una parte dello stipendio mensile di dicembre e della tredicesima. Per rivendicarlo, i dipendenti si erano riuniti in assemblea presso la sede della televisione di via Merloni 9 in Ancona, il 23 gennaio scorso, e avevano votato all’unanimità un pacchetto di cinque giorni di sciopero, preannunciandolo alle rappresentanze sindacali a sostegno delle loro richieste. Ora la conferma non è ufficiale, ma è giunta voce che dopo settimane di trattative, nella mattinata di ieri gli arretrati siano stati saldati. A darne notizia, in via confidenziale, alcuni dipendenti, che tuttavia continuano a ritenere non rassicurante la situazione aziendale e chiedono un immediato confronto con la proprietà, l’amministrazione e la dirigenza della testata al fine di chiarire il futuro dell'emittente. A venir meno, a tutt'oggi, sarebbe infatti “un percorso normale di vita aziendale, la cui mancanza mina ogni giorno di più le potenzialità di E' TV Marche”.

paginaFB_ETVMarche

Potenzialità che al canale 12 del digitale terrestre sembrano non mancare e che si concretizzano, numeri alla mano, con ottimi risultati di audience, nonostante le incertezze del periodo. Così come puntualizzano i redattori dal sito dell'emittente, annunciando la buona riuscita dei loro sforzi editoriali: “Nel mese più difficile il risultato migliore, in termine di ascolti. E' TV Marche è prima tra le emittenti regionali – dati Auditel – nel mese di dicembre 2016. Lo stesso mese in cui si è aperta la vertenza sindacale per il pagamento degli stipendi dei dipendenti Rete7 - E' TV. Secondo il rapporto mensile sull’audience televisiva, infatti, sono sono stati 468 mila i contatti netti nel periodo compreso tra il 4 e il 31 dicembre. I dati premiano in particolare la fascia informazione (18-20.30) che fanno di E' TG Marche (in onda alle 19.20, replica 20.20) di fatto il più seguito dell’intera regione.  A trainare gli ascolti anche “Buongiorno Marche” (in onda dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 9.30) e l’edizione delle 13.45 (replica 14.20) di E' TG Marche, tutti i giorni. Attorno ai telegiornali una serie di produzioni, “Lunedì nel Pallone” (lunedì h 21.30), “Confronti”, (mercoledì h 21.30), “Punti di Vista” (venerdì h 21.30) e “Buonasera Marche”, in onda dal lunedì al venerdì alle 21. Un risultato parziale, sia chiaro, ma che dà il segno del forte legame dell’emittente radiotelevisiva (con Radio Center Music 99.100 Fm) con i telespettatori marchigiani, vicini fin dall’avvio della vertenza. E’tv Marche è anche sul web,  sito internet www.etvmarche.it, pagina Facebook, account Twitter  e Youtube.  Da tutti noi un grazie doppio: di esserci vicini in un momento complesso, di sceglierci ogni giorno”.

Scesi in sciopero a metà dicembre, insieme ai dipendenti di E' TV Rete 7, a Reggio Emilia davanti alla sede di Interacciai Spa e Privata Leasing (aziende di proprietà della famiglia Spallanzani, ancora editore di riferimento del gruppo televisivo), i lavoratori continuano a chiedere di individuare un soggetto in grado di garantire futuro e continuità all'impresa nell'ipotesi di cessione delle attività televisive. Cessione di cui il gruppo Spallanzani ha da tempo manifestato la volontà.

Pubblica i tuoi commenti