Esplode la crisi Rai: si dimettono Zanda e Donzelli

I due consiglieri di amministrazione della Tv pubblica di area “ulivista” rimettono il mandato nelle mani dei presidenti delle Camere. Febbrili consultazioni in corso.

Al culmine di una crisi che si era virtualmente aperta fin da poche settimane dopo le nomine, il vertice della Rai "esplode" con le dimissioni dei due consiglieri di amministrazione della Rai di area Ulivo, Luigi Zanda e Carmine Donzelli, formalizzate per iscritto ai due presidenti delle Camere, Pera e Casini, che li avevano eletti in febbraio.

I due consiglieri parlano di un'"azienda in crisi totale", mentre a convincere Zanda e Donzelli alle definitive dimissioni sarebbe stata la bocciatura dei nomi di Guglielmi e Cereda per alcune cariche di vertice dell'azienda. In più resterebbero tuttora vaghe le intenzioni riguardo a Biagi e Santoro.

Sono in corso febbrili consultazioni per stabilire ora lo sviluppo della situazione, che potrebbe a questo punto prevedere le dimissioni per tutto il Cda della Rai.

Pubblica i tuoi commenti