Fashion Tv: grandi novità per l’Italia nel 2010

Grandi novità per il canale di moda e glamour –

Per il notissimo canale internazionale di moda e ‘glamour’ sono in vista in Italia il Digitale Terrestre e, a breve, una diffusione nazionale con format italiani. Dal 12 gennaio Fashion trasloca poi sul canale 489 di Sky.

L'unica Tv interamente dedicata alla Moda e allo Stile con una diffusione in 202 Paesi nei 6 continenti, il 12 gennaio 2010 traslocherà, trasferendosi dal canale 491 al 489 della piattaforma Sky Italia.
L'emittente riserva, però, per l'Italia molte altre sorprese: con il broadcast attraverso il digitale terrestre, che presto opererà a livello nazionale, l'attenzione verso il mercato italiano aumenta e la sede italiana ottiene un ruolo sempre più strategico per il canale.

Il modello di Fashion Tv, risultato vincente in questi 12 anni di attività, sarà declinato tenendo conto dell'esigenze del mercato italiano, dei suoi gusti ed interessi. Saranno creati ad hoc nuovi format in lingua italiana, un'assoluta novità per Fashion Tv, e si moltiplicheranno gli eventi italiani legati alla moda, al cinema e alla musica in onda sul canale.

“Siamo molto orgogliosi del crescente interesse verso il nostro mercato! Gli spettatori italiani sono tra i più difficili da conquistare, ma in questi anni grazie a novità ed esclusive nel mondo della moda, del cinema, degli spettacoli e della musica, siamo riusciti a coinvolgerli e fidelizzarli con ottimi risultati. Tanto che oggi si pensa ad un'offerta taylor made per loro - ha commentato Licia Negri, Direttore di Fashion Tv Italia - . Ad oggi, raggiungiamo circa 300 milioni di apparecchi nel mondo e siamo il canale satellitare più distribuito in Club e location esclusive, grazie alla nostra formula che mette sempre glamour e tendenze in primo piano. Siamo sicuri che sapremo allargare ancora il nostro bacino di utenza e speriamo di conquistare chi ancora non ci conosce, puntando su proposte personalizzate, sull'alta definizione e non dimenticando mai quali sono i nostri punti di forza”.

Pubblica i tuoi commenti