Graduatoria contributi: Telerama al terzo posto in Puglia

Una nota dell’emittente di Lecce a commento della graduatoria delle Tv locali per i contributi pubblici decisa dal Corecom della Puglia.

Ecco il testo del comunicato stampa:

«L'impegno profuso da Telerama in oltre vent'anni di lavoro al servizio del territorio viene ufficialmente confermato dal Corecom e questo non può che trovare la completa soddisfazione da parte di tutti i collaboratori di Mixer Media.

Dalla classifica 2007 dei contributi destinati a sostenere l'emittenza locale in Puglia, Telerama si piazza in terza posizione: una graduatoria la cui premialità viene assegnata a seconda di due parametri specifici, che sono il fatturato medio realizzato dall'impresa negli ultimi tre anni e il numero di dipendenti occupati, in particolare per quelli con contratto giornalistico. Si tratta di due parametri assolutamente oggettivi che, a differenza di tante "velleitarie" graduatorie basate su dati arbitrari e valutazioni del tutto strumentali, premiano la capacità di una emittente televisiva locale di "fare impresa" e valorizzano l'importante contributo che il settore radiotelevisivo locale svolge nel campo dell'informazione e della comunicazione, accrescendo la consapevolezza nei cittadini delle azioni, dei prodotti, delle attività, che le istituzioni e non solo, pongono in essere per realizzare una crescita concertata del territorio.

A tal proposito, dichiara il Presidente di Mixer Media, Editore di Telerama, Paolo Pagliaro: "Io da sempre credo che un'impresa editoriale radiotelevisiva locale, prima di essere una realtà economica, è anche e soprattutto una importante realtà sociale, che può contribuire concretamente alla crescita complessiva di una società, non solo in termini economici, ma anche e soprattutto offrendo un esempio di impegno morale ed etico: noi l'abbiamo fatto, creando una squadra unita e motivata, che offre un modello di tv "indies", attraverso cui il glocal diventa una realtà, con cui si rafforza e si concretizza la sintesi fra il globale e il locale, diffondendo conoscenza, producendo cultura.

La nostra è stata una scelta coraggiosa, in un Salento che a volte appare ancora intriso di un bieco provincialismo, in cui non è facile fare impresa nella direzione di una decisa difesa dei valori identitari; contro la sempre più incalzante omogeneizzazione culturale, abbiamo scelto di rielaborare le forme e le espressioni delle altre culture con le nostre specificità: per sfuggire all'impatto invasivo della globalizzazione, noi puntiamo su autoproduzioni di qualità, creando forza lavoro, costruendo professionalità, lasciando spazio ai talenti locali, alla meritocrazia, creando opportunità di realizzazione per i nostri giovani".

Telerama, dunque, fa una scelta etica, che viene premiata oggi dalla graduatoria del Corecom che la vede al terzo posto: un traguardo importante, un riconoscimento meritato, basato su criteri oggettivi e concreti, che non lasciano spazio ad alcun dubbio».

Pubblica i tuoi commenti