I progetti del ‘Berlusconi serbo’

Vita, progetti e attività di un ‘tycoon’ serbo che ha fondato un impero in pochi anni e che ora progetta di estendere le sue attività Tv all’intera area balcanica.

Come informa un recente comunicato dell'Ansa, "Silvio Berlusconi fa scuola in Serbia: come il Presidente del consiglio italiano, il più grande magnate televisivo del Paese, Bogoljub Karic, ha annunciato la sua discesa nell'arena politica come candidato alle elezioni presidenziali del 13 giugno (altra coincidenza! Ndr.)".

'Ho preso questa decisione - ha detto Karic in un'intervista trasmessa da Radio B-92 - non per curare i miei interessi, ma perché sono convinto di avere la giusta ricetta per fare uscire la Serbia dalla crisi economica'.

'È una scelta che avevo maturato da tempo' - ha aggiunto il 'tycoon' serbo, proprietario di uno dei più grandi network del Paese, Tv Bk, editore di

una vasta gamma di giornali e riviste e primo azionista della maggiore compagnia privata di telefonia mobile serba, Mobtel, nonché presidente di una grande banca, l'Astra, fondatore della più nota università privata del Paese, 'Fratelli Karic', e padrone di svariate altre attività imprenditoriali in patria e all'estero e anche a capo della 'Confindustria' serba.

E pensare che nel 1975 i Karic erano solo i modesti proprietari di un'officina per la fabbricazione di attrezzi agricoli...

In più Bogoljub Karic progetta di sanare le ferite dei Balcani attraverso Balkan News Network, un consorzio tra le tv dei paesi balcanici. Si tratterebbe di fondare la prima emittente televisiva 'panbalcanica' 24 ore su 24. Karic però esclude che i suoi contatti con Berlusconi sia da collegare alla progettata nascita di questa 'mega emittente'.

Pubblica i tuoi commenti