IBC 2012 – Elber

Dai nostri inviati all'IBC 2012 –

Christian Olcese – Engineer, Elber

Cambio di colore per quanto riguarda il rinnovato sistema REBLE, di Eleber, in show alla convention super tecnologica europea, ma soprattutto implementazioni significative a bordo dello stesso sistema, che rappresenta l'evoluzione del precedente modello 310, presentando una serie di caratteristiche che vanno a migliorare le performance del prodotto. La prima di queste “feautures” riguarda l'hardware, i cui moduli risultano essere ora totalmente ad incastro, senza necessitare più di alcun filo di collegamento: si tratta di chassis plug & play, gestiti da un bus comune ed estraibili in maniera rapidissima in pochi secondi.
Christian Olcese, Elber Egineer, che abbiamo incontrato allo stand della medesima azienda di Carasco/Genova, ha precisato che - come risulta anche da una serie di test pratici effettuati - il montaggio completo del nuovo REBLE necessita di un tempo record di circa 40 secondi (!). Ma non è tutto. La macchina, contrassegnata dalla sigla 610, è stata inoltre implementata con tecnologia XPIC, che permette al ponte radio di lavorare in capacità doppia.
In pratica, il REBLE610 utilizza un secondo rack, interfacciato a quello base, in modo che il sistema trasmetta su due differenti polarizzazioni di una stessa frequenza. Avendo un REBLE in versione base, diventa possibile up-gradarlo in un secondo momento con la tecnologia XPIC, che riesce a trasmettere appunto su due differenti polarizzazioni. In alternativa, la capacità può rimanere la medesima, ma si scende di modulazione, in modo che la soluzione diventi più robusta. Ulteriri “plus” del REBLE610 riguardano l'estensione di banda a 56 mHz - contro i 40 MHz della versione precedente - nonché il notevole incremento nativo di potenza (nonostante le dimensioni compatte del cabinet), senza necessità di modulo buster aggiuntivo.

Pubblica i tuoi commenti