IBC 2012 – Wondercube

Dai nostri inviati all'IBC 2012 –

Alex Chasen – Sales Manager, Wondercube

La ben nota piattaforma WonberCube (che connette via rete tutti i reparti di un'azienda televisiva, velocizzandone i processi produttivi, senza necessità di cart-machine, recoder o videocassette) è ritornata all'IBC con diverse, interessanti novità, debitamente segnalateci in Fiera - presso lo stand allestito da JVC - da Alex Chasen, Sales Manager dello stesso sistema. Tra queste novità, spicca innanzitutto un nuovo e stupefacente motore grafico (messo a punto dai creativi di Class-X, società con la quale WonderCube ha instaurato una partnership molto forte), direttamente controllato dal play-out e in grado di effettuare l'on air di tutto ciò che transita via Internet, a cominciare dai contenuti dei social network. Inoltre, tramite lo stesso play-out diventa possibile diffondere direttamente avvenimenti live di qualsiasi genere, magari ripresi e inviati “al volo” anche da reporter occasionali, tramite telefonino, tablet o smartphone, senza alcuna necessità di passare per sale regia o suite di editing. L'applicazione di conversione universale, in grado di supportare la delivery di quella che potrebbe essere definita “la Tv della vita”, prende il nome di Dante, in onore del Somma Poeta, che era senz'altro un grande comunicatore. E il nuovo software che equipaggia la piattaforma WonderCube riesce a comunicare da qualsiasi tipo di supporto e formato in ingest (telecamere di sorveglianza incluse) verso qualsiasi tipo di supporto e formato in output.
Con play-out che può avvenire in contemporanea via Digitale Terrestre (DVB/DVB-T2), eb-Tv, streaming “second screen”, pubblicazione diretta su YouTube, eccetera.

Pubblica i tuoi commenti