Il discusso contratto tra Rai e Endemol

L’ultimo atto ufficiale di Flavio Cattaneo alla Rai è stato a suo tempo una sorta di “contratto-capestro” con la Endemol che lega per tre anni la Tv pubblica alla società dei fratelli Bassetti, discriminando altri produttori indipendenti, che sono scesi sul sentiero di guerra.

Flavio Cattaneo si è vantato, durante la sua carriera alla Rai, di avere fatto gli interessi dell'azienda e di averne risanato il bilancio. Molti si sono chiesti, a questo proposito, se anche il repentino contratto triennale stipulato con la Endemol Italia dei fratelli Bassetti facesse parte di questa "strategia" di risanamento e rilancio dell'azienda.

Analizzandolo bene si scopre infatti che si tratta di un 'contratto-capestro' che lega la Tv pubblica alla Endemol Italia per tre anni al prezzo di 100 milioni di euro (200 miliardi del "vecchio conio" come direbbe un noto conduttore televisivo che a un format della Endemol deve molto) con notevoli conseguenze sulla programmazione dell'emittente pubblica.

In effetti alla Endemol appartengono format come "Affari tuoi", "La prova del cuoco" o "Al posto tuo", che da qualche anno vanno in onda sulle reti Rai, ma a "gravare" sul contratto sono anche circa 20 milioni di euro per la fiction che dovrebbe essere prodotta da Endemol quando questo è un genere "di secondo piano" per la società dei Bassetti e nel quale altri produttori hanno già dimostrato di primeggiare. Inoltre il contratto con la Endemol rompe gli equilibri creati dalla Rai con altri produttori indipendenti, dalla Magnolia di Giorgio Gori (a sua volta ora entrata nella fiction) a Grundy o Einstein o ancora, soprattutto, a Ballandi nel campo dei varietà. I produttori indipendenti, guidati da Giorgio Gori, hanno addirittura pensato di intraprendere la strada della diffida legale ma si pare che si tratti di una causa che sarebbe persa in partenza.

Il contratto è stato l'ultimo atto ufficiale firmato da Cattaneo e approvato a tambur battente da un Cda piuttosto distratto. I pettegolezzi parlano di una telefonata fatta di prima mattina a Bassetti con una proposta così interessante che lo stesso Paolo Bassetti sarebbe rimasto stupito di tanta "magnanimità" da parte di Cattaneo e della Rai. Anche perché è stata pure accettata una clausola che prevede il privilegio della "prima negoziazione" sui nuovi progetti di Endemol a favore non della Rai ma di Mediaset.

Pubblica i tuoi commenti