Il Festival secondo noi

 

Radio e tv, portali e social in fibrillazione al 66mo Festival della canzone italiana, che è riuscito nell’impresa di replicare il successo del 2015, in termini di ascolti e di utili, con grande soddisfazione dei vertici Rai. Millecanali ha, come di consueto, incontrato alcune delle tante emittenti che hanno seguito la kermesse

Il Festival di Sanremo rappresenta il momento clou annuale della musica italiana. Nell’edizione 2016 lo hanno confermato anche i dati di ascolto delle serate targate Carlo Conti, che ha già sciolto la riserva per la conduzione del prossimo anno con entusiasmo anche da parte dei vertici Rai, soddisfatti degli utili che l’ultima edizione ha prodotto.  Millecanali ha incontrato alcuni addetti ai lavori di emittenti e portali che si sono occupati della manifestazione.

Alice Tv

Per Alice Tv, l’emittente al canale 221 del digitale terrestre, abbiamo incontrato il responsabile Gianpaolo Trombetti. «Siamo venuti al festival per un accordo con Casa Sanremo e Vincenzo Russolillo», dice Trombetti. «In coincidenza è partita anche la nuova programmazione di Alice e quella di Sanremo è stata una settimana pilota durante la quale abbiamo lavorato in diretta in tre fasce orarie: dalle 13,30 alle 14,30 poi dalle 18,30 alle 19,30 e dalle 23,30 a mezzanotte e mezza con il programma “Pasta che ti passa”».

Ma1TV.it

Ma1tv, di Luigi Augelli, ha trasmesso in diretta dalla birreria Praga d’Oro di Sanremo una lunga maratona dal titolo “On the Street - Festival Circus”. In collaborazione con Riserva Sonora e A&A Edizioni, tre conduttori - Nadia Macrì, Christian Gullone e Gabriele Resmini - si sono alternati intervistando gli artisti in gara. Come ha ricordato Nadia Macrì: «Fra gli ospiti abbiamo avuto anche Roberto Drovandi, bassista degli Stadio, ma anche tantissimi musicisti di tutta Italia. Dal rap al soul, dal blues al pop, abbiamo raccontato e fatto ascoltare tanta musica dal vivo e anche attraverso i video ufficiali. Non ci siamo però fermati agli artisti: abbiamo intervistato gli addetti ai lavori che ruotano attorno ai cantanti, dai vocal coach all’ufficio stampa, dal parrucchiere al produttore, e dato voce alla gente per strada».

Primaradio (Gino Conte)

«Anche quest’anno la nostra radio ha realizzato sotto la propria testata giornalistica “Primanotizia” uno “Speciale Sanremo” con servizi, interviste e news», ci ha detto Gino Conte di Primaradio. «Nelle settimane precedenti la kermesse sono stati realizzati “Sanremo Yesterday” e “Sanremo Today”, con la partecipazione di critici musicali e giornalisti, mentre a coprire la settimana del festival sono stati spazi della durata di 15 minuti per quattro volte al giorno».

Radio Alex

Per la radio di Alessandria è stato il suo direttore Enrica Giannini, inviata speciale, a raccontare il dietro le quinte della grande kermesse. La radio ha trasmesso tutti i giorni del festival realizzando un filo diretto dalla città dei fiori con collegamenti in diretta e tramite due speciali di un'ora il sabato pomeriggio e la domenica mattina. Per tutta la settimana successiva poi Radio Alex ha mandato in onda una rubrica in cui erano state raccolte le interviste ai vari artisti e agli operatori con in primo piano musica, gossip e moda.

Radio Flash

«Anche quest'anno abbiamo prodotto 60 ore di diretta radio tv dal festival di Sanremo», ci ha detto Enzo Sangrigoli di Radio Flash «Nella postazione in vetrina di piazza Borea molti artisti, big ed emergenti, sono stati ospiti di “Speciale Sanremo 2016. Alex Intermite, Cinzia Clemente, Radek Salvo Saladdino e Maria Consiglio si sono alternati ai microfoni dell’emittente». Le ore trasmesse sono state realizzate in  Visualradio, il sistema Bitonlive fornito da Dm broadcast, che ha allestito lo studio di messa in onda di Radio Flash.

Radio Immaginaria.it

A parlarci di Radio immaginaria.it è stato Alessandro Zavoli: «Questa realtà, nata da un’idea di Michele Ferrari, è un progetto importante destinato a crescere ancora; abbiamo venti sedi in Italia e siamo presenti in Francia, Gran Bretagna e Canada. A breve apriremo una sede anche in Spagna. Siamo presenti al Festival di Sanremo da cinque anni e per l’edizione 2016 siamo qui in 100, con tre redazioni». Il gruppo di Radio immaginaria.it comprende giovani dagli 11 ai 17 anni e persone più adulte con ruoli di maggiore responsabilità. Zavoli, che si occupa di colonne sonore, prosegue: «Abbiamo effettuato tre programmi in diretta: dalle 12 alle 13,30 con “Lo scatolone”, dalle 13 alle 13,30 (in Inglese), dalle 15 alle 16,30 con “Bike Club”. Poi una redazione sui generis ha trasmesso il programma “Gli stonati” con gossip e curiosità del Festival, con l’inserto in francese dalle 16 alle 16,30. Al Palafiori presso il “Banchetto di Lucy” dalle 17 alle 18,30 abbiamo intervistato vari personaggi». La radio è presente anche sui social, curati da Silvia Salerno. «L’esperienza è sempre molto formativa per tutti noi, che una volta tornati nelle nostre sedi di residenza restiamo in contatto con i colleghi per nuovi programmi e iniziative».

Radio L’Olgiata

Doppio appuntamento sanremese per l'emittente romana che, forte della neonata etichetta discografica indipendente, si era presentata in ottobre ad Area Sanremo con la cantautrice Nicole Riso. Nicole aveva raccontato per una settimana emozioni ed eventi dentro l'Accademia in un “Diario di Un Viaggio” con le anticipazioni di “Voci da Sanremo”, il consueto programma in onda durante la settimana del Festival, dal Palafiori. Un nutrito staff di giornalisti -  Nicolò Riso, Salvatore Riso, Alessandro Chima, Carmen Guadalaxara, Paolo Lunghi - speaker e tecnici, ha curato anche la realizzazione e la trasmissione in diretta nazionale della tappa finale in Piazza Eroi de “La Milano Sanremo della Canzone Italiana”, manifestazione itinerante della Rea Radiotelevisioni Europee Associate e del Gruppo 100 Radio, dedicata alla musica indipendente di qualità.

Radio Punto Sud

Vincenzo Sparviero di Radio Punto Sud di Brindisi ci ha detto: «Siamo presenti al Palafiori in Area Sanremo per il terzo anno consecutivo, con i nostri speaker in movimento a caccia di interviste; la programmazione della radio è stata modificata anche se abbiamo avuto orari fissi di trasmissione dalla 10 alle 14 e poi sino alle 19,30, per le informazioni e le ultime notizie». Sul sito puntosud.net sono state poi attivate sezioni ad hoc, dedicate ai cantanti Big e ai giovani. «Grazie poi a twitter e facebook abbiamo aumentato la nostra presenza in rete; insomma Sanremo, anche per noi, è  risultata una  bella vetrina».

Radio Rosa

La location di Radio Rosa era una vetrina di fronte all’Ariston, un punto «di grande passaggio», ci ha detto soddisfatto Daniele Ceccherini (alias Il Gatto). «Siamo saliti da Firenze con uno staff di 10 persone, costruito in un anno di lavoro, una cosa di non poco conto per una radio regionale come la nostra». Nella settimana del Festival l’emittente ha modificato il suo palinsesto, proponendo al mattino “Buongiorno Sanremo” con Francesco Nidiaci e Rosa Sarti, dalle 9 alle 12, e al pomeriggio, dalle 16 alle 18,  “Manicomio ’77” condotto da Daniele Ceccherini e Alessandro Paci e la regia di “Penacio”. «Dalle 20,30, di pari passo con la diretta del festival, di Sanremo abbiamo commentato con ironia quanto capitava all’Ariston e alla fine della manifestazione è stato realizzato uno speciale Sanremo curato da Francesco Nidiaci».

Radio Zenith

Antonella Riggio ha portato la messinese Radio Zenith a Sanremo, trasmettendo con altri due colleghi dalle 18 alle 20, dal lunedi al sabato, dalla sala stampa Lucio Dalla. Dirette e interviste personalizzate ai vari artisti hanno completato il programma della radio che è ricevibile nella Sicilia orientale.

Teleradio Più

Mariagloria Fontana, caporedattore della romana Teleradio Più, ci ha spiegato che, per il festival di Sanremo, l’emittente ha realizzato inserti e collegamenti due volte al giorno. «Si trasmetteva da Roma dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 21 dal lunedì al sabato; a Sanremo abbiamo poi realizzato interviste in mezzo alla gente, in diretta alle 11,30; dalle 13,10 alle 13,25 e dalle 13,35 alle 14, infine, abbiamo ospitato anche interventi di Dario Salvatori”.

We Want Radio.it

Maria Romana Barraco (direttrice artistica), Alessandra Lunetta (autrice e ufficio stampa) e Francesca Salvatori sono state le inviate di We Want Radio al Festival, che ha proposto cinque speciali, uno per ogni sera, trasmessi in diretta dagli studi di Roma. Tutti i contenuti realizzati dalla radio, grazie a Youtube e ai podcast su mixcloud, sono disponibili in rete.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblica i tuoi commenti