Il Grande Fratello cerca di sopravvivere

È partita l’ennesima edizione del ‘Grande Fratello’ su Canale 5, stavolta basata sulle coppie. Il ‘brivido’ del concorrente che ha cambiato sesso non sembra sufficiente per rivitalizzare un programma che piace ancora al pubblico, ma solo ‘parzialmente’…

È imbarazzante parlare ancora del Grande Fratello, per questa 14a edizione del 2015. Già troppo si è detto sul fatto che sia ormai lontano quel filo di indagine sociologica che si poteva trovare nella prima serie, sulle soluzioni e gli espedienti per trovare nuovi fattori che garantissero novità e interessassero lo spettatore ad un reality che di reality ha poco. E se nella lontanissima prima puntata anche l'approccio di Daria Bignardi poteva essere considerato dal punto di vista socio-psicologico, per vedere come reagiva una conduttrice ad una novità simile, anche la conduzione di Alessia Marcuzzi (immagine Ufficio Stampa Mediaset) adesso è sempre la solita, prevedibile e priva di spessore.

Per il resto tutto è ormai lasciato a macchiette, ma accuratamente scelte dagli autori tra circa 40 mila provini in tutta Italia, a discorsi banali, nell'attesa voyeuristica del primo bacio, della doccia in topless o nella scommessa di chi saranno i primi a fare sesso nella casa.

Ma veniamo al programma, che di inedito non ha più nulla e quest'anno ha cercato di trovare una novità con le coppie. Infatti nella casa, una casa galleggiante sul Tevere, ci sono 14 concorrenti, pochi dei quali restano impressi.

C'è il bel trentaquattrenne medico e futuro ortopedico, è il primo ad entrare e deve scegliere tra venti ragazze che entrano belle mute e dovrà capire quale tra quelle sarà la sua compagna di avventura. Tra i concorrenti ci sono un 41enne napoletano affetto da sordità, che entra nella Casa assieme al fratello; in coppia due gemelle catanesi, mentre all'interno della Casa c'è anche Alessandro, l'ex ragazzo di una delle due, un giovane ucraino adottato, l'infermiera, una modella, un'imprenditrice, una manager, un modello di colore e uno spogliarellista. E la grande ‘attrazione’ è Rebecca De Pasquale, 36 anni, che ha alle spalle un lungo percorso; lei lo racconta così: “Sono nato Sabatino, ho pensato di voler vivere da don Mauro, ho capito di essere semplicemente Rebecca”.

E poi i soliti opinionisti per i quali la produzione ogni anno riesce a superarsi. Quest’anno ci sono Cristiano Malgioglio e Claudio Amendola. Lo share? 19,21%, sempre un bel risultato ma inferiore ad altre prime puntate.

Pubblica i tuoi commenti