Il Mip all’insegna dell’Italia

Ecco un breve resoconto del nostro collaboratore Dom Serafini su quel che è successo nei giorni scorsi nella classica manifestazione della Tv sulla Costa Azzurra.

Il Mip-Tv di Cannes si é svolto quest'anno sotto la bandiera italiana. Ad inaugurare la 44ma rassegna annuale é stata Mediaset, con una festa all'Hotel Martinez per circa metá dei 10.000 partecipanti alla fiera. Cibo e musica italiana, hostess in maschere veneziane e camerieri con magliette degli azzurri hanno fatto da contorno al fiume di champagne.

Il giorno seguente, martedí 17 aprile, si sono svolte altre due feste italiane: una per presentare il nuovo festival della fiction a Roma del 2-7 luglio, l'altro per annunciare la formazione di Babelgum, la nuova societá di Silvio Scaglia.

Per quanto riguarda Rai, la consociata RaiTrade era al Mip-Tv con un numeroso contingente di dirigenti (mentre RaiSat era rappresentata dal direttore Carlo Sartori), ma il trampolino di lancio dei nuovi programmi della Tv pubblica sono stati i RaiTrade Screenings di Santa Margherita di Pula, in Sardegna, dove é stato presentata "Guerra e Pace", la nuova coproduzione di Lux Vide distribuita appunto da RaiTrade.

Gli Screenings della RaiTrade si sono svolti antecedentemente al Mip-Tv e la consociata Rai ha poi noleggiato un aereo per trasportare a Cannes i circa 200 acquirenti partecipanti.

Tra gli oltre 400 espositori (e 100 societá) italiani al Mip-Tv vi erano anche Matilde Bernabei della Lux Vide, Orlando Corradi di Mondo Tv ed Adriana Chiesa di A Enterprises.

Ad annunciare il nuovo festival della fiction di Roma é arrivato in Costa Azzurra il presidente della Regione Lazio, Piero Marazzo, che ha presieduto una festa all'Hotel Noga Hilton.

Al cocktail, presentazione e cena di Babelgum era presente tutta la stampa internazionale accorsa al Mip-Tv, alla festa di RomaFictionFest vi erano solamente italiani, alcuni dei quali provenienti dall'Hotel Carlton (dove ti teneva la cena di Babelgum) che hanno lasciato quando é arrivata la voce che il cibo del Noga era migliore.

Dopo una prima stroncatura della stampa in Italia, anche a Cannes il RomaFictionFest ha ricevuto alcune critiche, in quanto considerato una creazione, più che altro, "politica". "VideoAge Daily" ha fatto notare che, invece di creare un nuovo festival della fiction Tv, si poteva benissimo potenziare "Prix Italia", il primo festival Tv del mondo.

All'Hotel Carlton, Silvio Scaglia, reduce dalla miliardaria vendita della sua (ora ex) societá per la Tv via Internet, FastWeb, ha invitato il regista Spike Lee ad illustrare le meraviglie di Babelgum, la nuova societá che Scaglia ha fondato assieme a Erik Lumer. Con sedi a Milano, Dublino e Londra, Babelgum vuole proporre a livello internazionale ció che FastWeb ha fatto con successo in Italia: la Tv via Internet.

In termini di prodotti televisivi, i formati dei programmi italiani hanno riscosso molto successo. A proporre le versioni localizzate del suo programma "Cultura Moderna" é arrivato a Cannes Antonio Ricci, il quale ha spiegato durante una breve presentazione sulla barca del distributore Distraction, di aver creato il programma per far dispetto alla Endemol, che si era azzardata a produrre e far mettere in onda uno show in concorrenza con il suo "Striscia la Notizia".

Distraction é una societá canadese specializzata nella vendita dei diritti internazionali dei formati; a livello internazionale, il programma di Ricci é commercializzato con il titolo "Guess Who".

Dom Serafini

Pubblica i tuoi commenti