Il palinsesto autunnale della Rai

Sipra e Rai hanno spostato per un anno la presentazione dei palinsesti autunnali da Cannes a Saint Moritz, ma nonostante il cambio drastico della scena l’incertezza è rimasta anche stavolta come uno degli elementi-chiave dell’appuntamento. Se negli ultimi anni i dubbi riguardavano essenziali collocazioni della programmazione e la tenuta di alcune poltrone-chiave sia all’interno dell’organigramma dell’editore che della concessionaria, stavolta l’incertezza, in primis, riguardava il destino degli…

Sipra e Rai hanno spostato per un anno la presentazione dei palinsesti autunnali da Cannes a Saint Moritz, ma nonostante il cambio drastico della scena l'incertezza è rimasta anche stavolta come uno degli elementi-chiave dell'appuntamento. Se negli ultimi anni i dubbi riguardavano essenziali collocazioni della programmazione e la tenuta di alcune poltrone-chiave sia all'interno dell'organigramma dell'editore che della concessionaria, stavolta l'incertezza, in primis, riguardava il destino degli attuali vertici della Televisione pubblica.

Così il direttore generale uscente, Claudio Cappon (dato in uscita), ha colto l'occasione per tracciare anche un sintetico bilancio della propria gestione. La Rai si è dotata di un piano industriale e di un piano editoriale. Il 14 luglio con il lancio dell'emittente digitale Rai4, affidata a Carlo Freccero (che promette una rete giovane e in linea con le attese delle generazioni dell'era di internet), si avvierà il percorso previsto per lo sviluppo della Tv pubblica appunto nel digitale.

Nel palinsesto autunnale presentato in grande stile nella città dell'Engadina, secondo Cappon, sono inoltre presenti "i germi della riorganizzazione profonda della proposta delle tre reti generaliste". Si comincia con l'inserimento delle 'morning news' territoriali della mattina e della striscia di seconda serata su RaiTre. Partirà invece a gennaio il nuovo programma di approfondimento giornalistico di prima serata, che sarà sotto la diretta responsabilità del Tg1.

Tornando al palinsesto autunnale delle reti generaliste, su RaiUno sono previsti il ritorno in prima serata di Raffaella Carrà con 'Carramba che fortuna' e quello di Pippo Baudo con 'Serata d'onore'; tra le altre 'novità' anche 'Tutti pazzi per la Tv', affidato ad Antonella Clerici, 'Volami nel cuore' (condotto da Pupo) e 'Gigi e Anna' (gestito dalla coppia canora D'Alessio-Tatangelo).

RaiDue punta su un autunno forte e trainante e ha pianificato la presenza contemporanea di due reality in palinsesto, 'L'Isola dei Famosi' ma anche 'X-Factor'; molti mercoledì saranno comunque dedicati alle partite dei primi turni della Champion's League. Su RaiTre, oltre alla Dandini in seconda serata, sono previste anche otto prime serate-evento, una al mese, affidate a Fabio Fazio.

Ancora da decidere, per la Rai, rimangono la conduzione di 'Affari Tuoi' e la direzione artistica e la conduzione di Sanremo; i vertici della Tv pubblica sperano, infine, "se le cifre in gioco saranno congrue", di aggiudicarsi i diritti in chiaro del calcio e di poter rilanciare 'Novantesimo Minuto'.

Comunque sia, il palinsesto prefigurato alimenta in Sipra la convinzione di poter vincere l'undicesimo periodo di garanzia consecutivo. La Tv pubblica vuole ottenere in prime time un risultato complessivo del 44% di share, con RaiUno che dovrebbe garantire il 22,5%, RaiDue l'11,5% e RaiTre il 10%.

Pubblica i tuoi commenti