Il SAT Expo 2002 di Vicenza

Tutte le novità della nona edizione della kermesse della Tv via satellite. Non mancherà un canale digitale specificamente allestito

Si apre il 4 ottobre alla Fiera di Vicenza il Salone Nazionale delle Comunicazioni Digitali e via Satellite, ovvero SAT Expo 2002. La manifestazione, rivolta principalmente al pubblico professionale, è patrocinata dal Ministero delle Attività Produttive, dal Ministero delle Comunicazioni, dal Ministero per l'Innovazione e le Tecnologie e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

L'edizione 2002 spazia in tutti i settori delle comunicazioni via satellite e del broadcasting e focalizza l'attenzione sulle trasmissioni satellitari bidirezionali, le tecnologie wireless a banda larga e la domotica. Sabato e domenica saranno le giornate aperte al pubblico.

Ancor prima di cominciare, la nona edizione di SAT Expo ha già battuto un record: quello degli espositori presenti, con un incremento del 13% rispetto alla passata edizione, quando si registrarono oltre 20.000 visitatori, di cui 18.000 operatori professionali. Quest'anno è previsto un ulteriore incremento di affluenza.

Le trasmissioni satellitari rappresentano il wireless per eccellenza: da 36.000 km di altitudine, i satelliti diffondono Tv, radio, dati e Internet, sotto forma di enormi quantità di bit, agli utenti dislocati su aree geografiche vastissime. A SAT Expo saranno presenti tre fra i più importanti operatori satellitari del mondo: Eutelsat (quarto operatore satellitare mondiale e primo in Italia), Astra (gruppo SES Global) e Europe*Star (operatore satellitare nato da una costola di Intelsat).

Ma al Salone esporranno anche i nomi nuovi del wireless terrestre, aziende in grado di integrare ad hoc le tecnologie di trasmissione più adatte, come Trivenet, Infracom, NetInSat, Netdish, Network TeleportItalia...

Esporranno anche gli operatori storici delle grandi piattaforme di trasmissione satellitare di terra: Telespazio, GlobeCast (gruppo France Telecom) e British Telecom.

L'industria aerospaziale non è poi certo una novità per SAT Expo: Alenia Spazio, che tra l'altro costruisce satelliti, è sempre stata presente, ma quest'anno per la prima volta ci saranno anche le due più grosse aziende al mondo che costruiscono razzi vettori e gestiscono il lancio dei satelliti: Arianespace (multinazionale europea nella cui compagine proprietaria l'Italia è rappresentata da Alenia Spazio e Fiat Avio), che con i modelli Ariane 4 e Ariane 5 è leader mondiale dei lanci commerciali, e BOEing, che a Vicenza presenta modelli in grande scala della serie Delta, tra cui il nuovissimo Delta IV, e della rampa di lancio galleggiante Sea Launch, in grado di spedire un satellite in orbita geostazionaria dal bel mezzo dell'oceano.

OPENSKYTM di Eutelsat, poi, compie cinque mesi ma già cammina, anzi: corre. La piattaforma multimediale a banda larga di Eutelsat presenta a SAT Expo la propria gamma di servizi e applicazioni per i collegamenti IP ad alte prestazioni. A Vicenza ci saranno anche le altre piattaforme europee per la diffusione di contenuti multimediali via satellite, comprese quelle bidirezionali per gli usi professionali avanzati: Fullsat di Telespazio e D-Star di Eutelsat.

Oltre alle aziende di elettronica di consumo, vi saranno i costruttori di antenne paraboliche, come Fracarro e Telesystem, solo per fare due nomi, le società costruttrici di materiale professionale. E infine non mancheranno i convegni e l'assegnazione dei premi Hot Bird Awards.

E la fiera va in onda anche via satellite su SAT Expo Channel: i prodotti, i convegni e le notizie saranno sul nuovo satellite Hot Bird 6 di Eutelsat (11,179 GHz, pol. orizzontale, SR 27.5, FEC 3/4). Il canale è in chiaro e si riceve con qualsiasi decoder digitale.

Pubblica i tuoi commenti