Industrial Light & Magic e The Mill preferiscono Autodesk su Linux

Le più importanti aziende produttrici di programmi di post-produzione adottano la piattaforma Linux.

Sono più di 100 gli studi di post-produzione nel mondo che negli ultimi sei mesi hanno adottato le soluzioni per cinema e Tv di Autodesk, eseguibili su sistemi operativi Linux, che offrono agli artisti digitali e agli addetti al montaggio maggiore velocità e interattività. Nell'aprile 2006, Autodesk ha trasferito i propri sistemi per effetti visivi ed editing/finishing dalle stazioni di lavoro basate su SGI alle stazioni di lavoro che operano in ambiente Linux. La versione Linux del sistema di effetti visivi Autodesk Flame è in grado di effettuare il rendering di compositi 3D a una velocità 20 volte superiore a quella prodotta dalle stazioni di lavoro basate su SGI.

Anche Industrial Light & Magic (ILM) ha di recente concluso il passaggio di sei dei propri sistemi di effetti visivi Autodesk Inferno su stazioni di lavoro Linux. Inferno e Flame fanno parte del sistema di effetti visivi SABRE, brevettato da ILM e utilizzato per la produzione di lungometraggi. "Il trasferimento di Autodesk Inferno su Linux ha ottimizzato il flusso di lavoro di ILM, consentendo ai nostri artisti di produrre risultati di alta qualità molto più velocemente" - ha affermato Curt Miyashiro, direttore della tecnologia di produzione per ILM.

The Mill ha aggiornato i sistemi di editing/finishing Autodesk Smoke e i sistemi di effetti visivi Flame con le versioni per stazioni di lavoro basate su Linux. "The Mill è orgogliosa di essere un early adopter dei sistemi Autodesk Smoke e Flame su piattaforma Linux. Stiamo utilizzando i sistemi presso le nostre sedi di Londra, New York e Los Angeles" - ha affermato Angus Kneale, direttore creativo di The Mill - . I sistemi sono enormemente interattivi, estremamente efficienti e molto più capaci di gestire i nostri progetti in alta definizione. Smoke e Flame su Linux testimoniano la longevità dei prodotti per editing/finishing ed effetti visivi di Autodesk".

Infine il noto studio di post-produzione di spot pubblicitari con base a New York Quiet Man ha anch'esso trasferito i propri sistemi Flame su Linux. L'aggiornamento è nato dall'esigenza di far fronte a un numero sempre crescente di progetti in alta definizione. "La velocità e la stabilità di Autodesk Flame su Linux ci semplifica il compito di creare più versioni di uno stesso spot televisivo in tempo reale durante le sessioni presiedute dal cliente - ha commentato Johnnie Semerad, fondatore e direttore creativo di Quiet Man - . Siamo in grado di soddisfare rapidamente le esigenze dei nostri clienti, aumentando decisamente la quantità di lavoro che siamo in grado di smaltire".

Pubblica i tuoi commenti