La mostra che ricorda la ‘grande’ Antenna3 approda a Milano

Ad un anno di distanza dall’esordio a Busto Arsizio, ‘Ti ricordi quella sera?’, la mostra che documenta la nascita di Antenna3 Lombardia, approda a Milano allo Spazio Eventi di Palazzo Pirelli, in via Fabio Filzi 22, dove sarà visitabile dal 3 al 30 novembre. L’inaugurazione è prevista per lunedì 6 novembre alle ore 12.30. La mostra è ad ingresso libero.

Si tratta della quarta prestigiosa tappa della rassegna che, nel periodo estivo, ha viaggiato tra Germignaga e Ispra, raccogliendo ovunque consensi e successo di pubblico. Un successo che attesta la portata del fenomeno delle Televisioni locali ed in particolare di quelle che, come Antenna 3 Lombardia, fecero la storia dell’emittenza privata italiana, cambiando definitivamente gli schemi ed i linguaggi televisivi.

Con la mostra di novembre, il Consiglio Regionale della Lombardia desidera peraltro rendere omaggio ad una grande storia di eccellenza e imprenditorialità locale.

La nascita della Televisione commerciale in Italia è fortemente legata alla figura di Renzo Villa e si identifica con l’affermarsi, nella seconda metà degli anni Settanta, di due emittenti molto note e molto popolari, di cui Villa fu il fondatore, insieme ad Enzo Tortora: TeleAltoMilanese e Antenna3 Lombardia.

La mostra conduce il pubblico dei visitatori in un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, nella memoria. Un viaggio che, attraverso percorsi emotivi, fa rivivere nei ricordi di ciascuno i momenti che hanno accompagnato l’esordio e lo sviluppo di due tra le più amate e seguite Televisioni private lombarde.

Il progetto, voluto e promosso dall’Associazione Amici di Renzo Villa, ha trovato nel Consiglio Regionale della Lombardia un importante partner istituzionale, sia per le forti connotazioni legate al territorio, sia perché l'esposizione documenta, più in generale, il complesso insieme di fattori che portarono alla nascita delle Televisioni commerciali in Italia e che ebbero il loro incubatore proprio in Lombardia.

La mostra, nei suoi contenuti, non si sviluppa essenzialmente attraverso la realizzazione di un percorso storico, bensì attraverso l’attuazione di un percorso emotivo e sentimentale. L’intenzione degli autori infatti è stata, fin dall’origine, quella di provocare un’esperienza multisensoriale, vivibile su differenti livelli percettivi. La ricostruzione del periodo è interamente realizzata con giornali, video d’epoca, immagini, oggetti, apparecchiature tecniche e documenti che consentono di recuperare la storia e di rivalutarla, anche attraverso le testimonianze dirette dei protagonisti di quella straordinaria avventura.

I visitatori possono ripercorrere l’ormai leggendaria epopea di registi, presentatori, attori, comici e collaboratori che, in quei fantastici anni Settanta, furono aperti alla sperimentazione e diedero vita a spettacoli completamente innovativi rispetto a quelli a cui il pubblico era abituato dal monopolio di Stato. Secondo una filosofia che ha animato tutta l’esperienza di TeleAltoMilanese e di Antenna 3 Lombardia, nell’ambito della mostra, ampio spazio è dato a proprio a quel “pubblico”, che potrà ricordare i momenti più belli del passato e cercare di rivedersi negli spezzoni di trasmissioni dell'epoca.

Oltre all’aspetto artistico e creativo, non è stato trascurato il valore economico dell’impresa, che si connotò fin dall’inizio come una vera e propria industria, favorendo l’interazione con altre importanti realtà del territorio e il loro conseguente sviluppo.

 

Per gli addetti ai lavori e per tutti gli appassionati, mercoledì 15 novembre, nella Sala Gonfalone sempre di Palazzo Pirelli, si terrà poi una tavola rotonda di approfondimento dei temi toccati dalla rassegna e verrà presentato il docu-film che ripercorre la storia di Antenna3 Lombardia.

La tavola rotonda avrà luogo dalle ore 9:45 alle 13:00 ed è intitolata “1977: Antenna3 Lombardia e la nuova televisione italiana”.

Sono previsti interventi di: Raffaele Cattaneo - Presidente del Consiglio regionale della Lombardia; Giorgio Simonelli - Docente di Storia della Televisione presso l’Università Cattolica di Milano; Ettore Andenna - Conduttore televisivo; Sandro Parenzo - Editore televisivo della società Mediapason (Telelombardia -Antennatre); Silvia Arzuffi - Attrice, regista televisiva; Wally Giambelli - Presidente Associazione Amici di Renzo Villa. Modera: Marta Cagnola - Giornalista e conduttrice di Radio24.

Alle 14:30 ci sarà appunto la proiezione del docufilm ‘Via per Busto 15 - La Tv commerciale è nata qui’, regia di Marco Pugno.

Dopo la proiezione, commenti di giornalisti di settore, personaggi televisivi e pubblico, coordinati e moderati da Paolo Colombo, esperto di comunicazione e media.

There is one comment

Pubblica i tuoi commenti