La protesta sarà in onda su La7

Niente telecamere Rai per la manifestazione del 14 (e per il comizio di Bossi a Venezia).

A quanto sembra, almeno in Rai, i girotondi non meritano la diretta. A deciderlo è stato, a maggioranza, il Consiglio d'Amministrazione decidendo di dedicare alla manifestazione, come si legge in una nota, "ampi spazi informativi nelle cronache dei Tg e nell'edizione speciale di Tg3-Primo Piano". Immediate le reazioni del centrosinistra. Vincenzo Vita afferma che "non è una scelta che fa onore al servizio pubblico e alle sue prerogative".

Quella del girotondo di sabato pomeriggio non è stata però l'unica richiesta di diretta discussa dal Cda; la seconda era legata all'annuale manifestazione leghista a Venezia, prevista per domenica 15. Contro entrambe hanno votato i consiglieri del centro-destra, compreso il leghista Albertoni, mentre a favore di entrambe si sono espressi i consiglieri Zanda e Donzelli.

Tutto sotto controllo, invece, in casa La7. Giulio Giustiniani, direttore editoriale dell'emittente e responsabile dei Tg, afferma che "La7 è una tv "in tempo reale". Piacciano o non piacciano i girotondi, siamo di fronte a un fatto rilevante". Un dibattito, quello legato al mettere o meno in onda in diretta il girotondo di sabato che, a differenza della Rai, nella rete di Telecom Italia non si è mai aperto anche per via dei buoni ascolti ottenuti in alcune recenti dirette di questo tipo.

Pubblica i tuoi commenti