La Ras di Bolzano passa da DAB a DAB +

Dal 31 gennaio 2017 la RAS di Bolzano abbandonerà la standard di trasmissione DAB per passare alla codifica di qualità superiore DAB+

La RAS di Bolzano ha annunciato che altri nove programmi  abbandoneranno il "vecchio" standard  (RAI Südtirol, Bayern 3, Br Klassik, B5 aktuell, Ö1, ORF Radio Tirol, Ö3, FM4, Swiss Jazz) e si affiancheranno così ai tredici già attivi in qualitá DAB+. Entro la fine del 2017 la RAS intende invece cessare la trasmissione in FM presso alcune stazioni ricetrasmittenti di minore importanza.
In Alto Adige è dal 2008 che l' ente pubblico della provincia diffonde programmi radio digitali sia in DAB che in DAB+. Ora a vent'anni di distanza dall’introduzione della tecnologia digitale DAB, la RAS è obbligata da disposizioni statali a passare allo standard DAB+ migliorando così la qualità di ricezione di tutti i canali radio digitali.
L' annuncio ufficiale è stato dal direttore della RAS Georg Plattner durante il WorldDAB svoltosi a Vienna a metà novembre. Con l' occasione è stato fatto il punto sul sistema DAB a livello nazionale e in Alto Adige, ricordando che la RAS, ente pubblico della Provincia istituito nel 1975 per diffondere sul territorio provinciale  i programmi radiotv provenienti dall’area tedesca, copre con la tecnica DAB il 99,3% della popolazione altoatesina. A Vienna Plattner ha illustrato inoltre il sistema adottato da RAS per garantire un'adeguata ricezione dei programmi radio in DAB anche nei tunnel stradali e la possibilità offerta alla Protezione civile di avvisare la popolazione nei casi di emergenza direttamente dalla centrale via radio digitale.

Il WorldDAB Forum

Al forum mondiale dell’industria, responsabile di definizione e promozione della radio digitale DAB, erano presenti circa duecento persone, tra professionisti del settore, emittenti, regolatori, provider di rete e produttori di ricevitori.
Durante l' evento sono state descritte le diverse realtà in ciascun stato membro. Secondo il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung  l' 84% degli europei ascolta la radio regolarmente. Nella banda delle frequenze ultracorte non c'è più spazio per nuove idee e nuove offerte e un grosso aiuto per superare questa difficoltà viene dalla tecnologia digitale.
Secondo Patrick Hannon, presidente WorldDAB, "Il DAB si pone come standard radiofonico del futuro in Europa e Australia. In Gran Bretagna, per esempio, l' 82% delle nuove auto è fornita con DAB+, mentre in Norvegia si annuncia che nel prossimo anno i programmi radio in onde ultracorte saranno trasmessi solo in DAB+. La Svizzera prevede invece un programma di conversione dal 2020 al 2024".

Pubblica i tuoi commenti