La scomparsa di Beppe Recchia

Notissimo autore e regista di trasmissioni storiche sia della Tv pubblica sia di quella privata, è morto alcuni giorni fa.

L'8 giugno scorso è morto Giuseppe Recchia, per tutti Beppe, noto regista televisivo. Nato a Piacenza nel 1934 dopo aver frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma è entrato in Rai nel 1960. Ha lavorato come autore e come regista televisivo a numerosi programmi delle Rai e delle Tv private, fra cui Mediaset-Fininvest, dando la sua impronta a varietà che hanno fatto la storia delle Televisione.

Citiamo: 'Settevoci' (1970) programma che lanciò in Tv Pippo Baudo; 'La Freccia d'oro'; 'Il pOEta e il contadino'; 'Canzonissima' del 1973;' Onda Libera', programma a cui lavoro sia come autore sia come regista e che segnò la prima apparizione televisiva di Roberto Benigni; 'Portobello'.

Firmo anche altre trasmissioni innovative per il genere o per il contenuto come 'Drive In', 'Odiens', 'Emilio', 'Buona Domenica', negli anni 1991-1995; e ancora 'La grande sfida', 'Scherzi a parte' e 'Re per una notte', per chiudere con 'La Corrida' e il più recente 'Colorado Cafè Live' dello scorso anno.

La maggior parte degli artisti che hanno lavorato con Recchia lo ricordano come un uomo ironico e pronto alla battuta e dotato di grande maestria e tecnica televisiva. Il figlio Riccardo Recchia ha seguito le orme del padre ed ha lavorato alla regia di parecchi programmi televisivi.

Pubblica i tuoi commenti