La scomparsa di Fabio Betti di Radio Massarosa Sound

Si è spento nei giorni scorsi in ospedale Fabio Betti, appena 44 anni, editore della storica emittente della Versilia Radio Massarosa Sound.

La notizia è passata senza far rumore. Lo scorso 25 maggio è venuto a mancare in ospedale, a Lucca, dove era ricoverato da qualche giorno per alcuni controlli, Fabio Betti, appena 44 anni, editore della storica emittente della Versilia Radio Massarosa Sound. La vicenda avrebbe peraltro contorni poco chiari sul piano medico, come ci ha spiegato la sorella Bruna, che ha sollecitato un'indagine approfondita presentando un esposto alla Procura della Repubblica.

'La voce della Versilia', così lo ricordano i suoi affezionati ascoltatori, era stato ricoverato per problemi di depressione. Poi la morte per arresto cardiocircolatorio, apparentemente senza una ragione, giacché Betti, assicura l'Asl, non è stato sottoposto ad alcuna terapia d'urto, ma il suo cuore, nonostante i suoi 44 anni, ha semplicemente smesso di battere. In attesa dell'autopsia la commissione interna dell'Asl ha stabilito che la morte di Betti sia "stata improvvisa e inaspettata". "Per ora - ha spiegato Bruna Betti - non c'è ancora alcuna comunicazione ufficiale in merito al decesso. Il medico legale si è riservato 60 giorni di tempo per pronunciarsi, è la prassi".

RMS è nata nel 1980 a Massarosa, in provincia di Lucca, da un'idea dell'allora 15enne Fabio Bettti. Insieme alla madre, Rita Marigliani Betti, apprezzata insegnante venuta a mancare nel 2006, e alla sorella Bruna, Fabio è riuscito a tirar su una Radio per i giovani e per gli amanti della buona musica, facendola diventare negli anni Novanta la Radio più ascoltata in Versilia e in provincia di Lucca e una delle più apprezzate in tutta la Toscana. Ora toccherà a Bruna Betti mettersi alla guida di questo tesoro di famiglia.

"Alle spalle di mio fratello - ci ha detto la sorella di Fabio - ci sono sempre stata io, sono al corrente di tutti i suoi progetti e delle sue idee, così mi sembra automatico pensare di continuare l'attività di Fabio portando avanti le sue iniziative, perché così, assieme alla sua amata Radio, continuerà a vivere anche lui".

Al ricordo e al dolore di amici e familiari per un uomo che ha fatto molto per la Radio e per far conoscere a tutti la sua bellezza, si unisce anche la redazione di Millecanali.

Sara Montesi

Pubblica i tuoi commenti