Le graduatorie per operatori di rete in Campania, Toscana e Piemonte

Come abbiamo scritto nelle nostre notizie in breve del fine settimana, continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze coordinate non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre. Le frequenze sono aggiudicate ad operatori di rete in ambito locale, collocati utilmente in graduatoria, secondo le modalità disposte dalla legge di Stabilità 2015.

Le ultime graduatorie pubblicate riguardano il canale 60 UHF per il Piemonte, il 58 UHF per la Toscana e il canale 6 VHF per la Campania.

 

Partiamo dunque dal Piemonte, dove il Ministero attesta che la ‘maxi-intesa’ Espansione Srl - Rete 7 SpA - Quarta rete SpA - Tlt SpA - Primantenna Srl e Pirenei Srl, “posizionatasi al primo posto della suddetta graduatoria, è in possesso dei requisiti previsti dagli artt. 3, 4 e 5 del bando aggiudicandosi pertanto la frequenza CH 60 UHF per la regione Piemonte”, per cui l’intesa in oggetto si aggiudica il CH 60 UHF per il Piemonte, “frequenza che verrà alla stessa assegnata con successivo provvedimento di attribuzione del diritto d’uso”.

Come di consueto, “avverso la presente determina è ammesso ricorso in sede giurisdizionale al Tribunale amministrativo regionale del Lazio o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei termini di legge”. Per la cronaca, al secondo posto della graduatoria si è piazzata, in Piemonte, Canale Italia.

 

In Toscana, visto che va attestato “che la Canale Italia Srl, posizionatosi al primo posto della suddetta graduatoria, è in possesso dei requisiti previsti dagli artt. 3, 4 e 5 del bando, aggiudicandosi pertanto la frequenza CH 58 UHF per la regione Toscana”, la Determina ministeriale stabilisce che “la Canale Italia Srl… si aggiudica la frequenza CH 58 UHF per la regione Toscana, frequenza che verrà alla stessa assegnata con successivo provvedimento di attribuzione del diritto d’uso”.

Anche qui una citazione per la presenza al secondo posto di Toscana Tv.

 

Ma eccoci alla Campania, dove era appunto ‘in ballo’ il CH 6 VHF. Qui “la CN Media Srl, posizionatasi al primo posto della graduatoria, si aggiudica la frequenza CH 6 VHF per la regione Campania, frequenza che verrà alla stessa assegnata con successivo provvedimento di attribuzione del diritto d’uso”. Al secondo posto si è piazzata Tgs Television Gambuti System srl.

Da un nostro articolo del 2013 su ‘La proprietà delle Radio nazionali italiane’, basato su analoga inchiesta di ‘Italia Oggi’, apprendiamo che “Radio Kiss Kiss (ha) un capitale sociale di 2.760.000 euro controllato al 75% da Cn Media srl… Cn Media srl è la casa editrice della famiglia Niespolo: ha un capitale sociale di 45 milioni di euro, suddiviso in cinque quote del 17,62% tra Ida, Davide, Lucia, Marcello e Antonio Niespolo. L’11,86% è invece dato in usufrutto a Enza D’Amelia, ma la nuda proprietà di questa fetta è a sua volta suddivisa in cinque porzioni attribuite ai cinque soci Niespolo”.

Dunque è la famiglia Niespolo che, a quanto pare, ora cercherà di darsi da fare anche in Tv, almeno come operatore di rete.

Pubblica i tuoi commenti